Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Attualità » 25 aprile, l’alba della Costituzione: altissima partecipazione all’evento

25 aprile, l’alba della Costituzione: altissima partecipazione all’evento

Suscitato moltissimo interesse. In collegamento 3.000 persone: 33 scuole con 240 classi e 4.150 studenti. Oltre 10 Associazioni e sedi sindacali.

27/04/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è svolto lunedì 26 aprile 2021 l’evento online organizzato dalla FLC CGIL Nazionale, Proteo e dalla Scuola del Popolo.

L’alto numero delle adesioni ha purtroppo creato alcuni problemi tecnici di tenuta della piattaforma Google Meet.

Nonostante questi “intoppi”, il tentativo di “leggere” il 25 aprile come prima tappa della nascita della Costituzione Italiana, ha suscitato molto interesse.

Sulla piattaforma della FLC CGIL, infatti, si sono registrate 33 scuole con 240 classi e 4.150 studenti. Si sono collegate oltre 10 Associazioni e sedi sindacali. Da un calcolo approssimativo, non meno di 3.000 persone hanno seguito l’evento dalle 10:00 alle 12:30 sulla piattaforma di video conferenza e sul canale YouTube della FLC CGIL.

Clicca qui per rivedere la diretta dell’evento su YouTube.

Si è trattato di un primo esperimento, che però necessita di un lavoro di affinamento per renderlo efficace e meglio fruibile.

Si ringraziano gli autori dei testi presentati che hanno illustrato le varie sfaccettature del ventennio visto attraverso delle micro storie di personaggi che non figureranno mai nei libri di storia: Francesca Lamantia per il libro “una divisa per Nino”, Carmen Coco per “Fucili e mandolino” e Lorenzo Di Biase con “Don Francesco Giua”.

Un grazie particolare alla collaboratrice della Cgil Sarda Patrizia Littera che si è resa disponibile per la lettura della selezione degli articoli apparsi sui giornali il 26 aprile 1945, lettura coordinata da Manuela Calza della Segreteria Nazionale della FLC CGIL. Di alto valore culturale, per finire, l’intervento del Prof. Gennaro Lopez, già docente di Roma Tre, nonché membro del Comitato Tecnico scientifico dell’Associazione Proteo Fare Sapere.