Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Attualità » 7 ottobre 2018: la FLC CGIL alla marcia della Pace Perugia-Assisi

7 ottobre 2018: la FLC CGIL alla marcia della Pace Perugia-Assisi

Un’occasione per dare alla Pace il valore della solidarietà, contro la propaganda della paura.

03/10/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Per la FLC CGIL quest’anno l’adesione alla marcia della Pace Perugia-Assisi, che si svolgerà il 7 ottobre 2018, ha un significato particolare: dare senso alla convivenza sociale nel rispetto delle diversità.

La guerra portatrice di distruzione e di sopraffazione ha il suo prodromo nell’esercizio della diversità che nega la pari dignità tra tutte le donne e tutti gli uomini del mondo. Non solo i privilegi producono la divisione sociale, ma la stessa povertà porta alla ricerca del nemico sbagliato.

Nei contesti sociali deprivati è facile che l’odio razziale si scateni, soprattutto se dalla politica parte il segnale che i diritti da spartire sono pochi e che per dare a qualcuno è necessario togliere ad altri. L’atteggiamento di chi nega i diritti universali, alimenta l’odio e l’intolleranza. In questo modo, anche le istituzioni pubbliche rischiamo di smarrire la loro funzione di modello “educante”, come per i fatti di Monfalcone e Lodi, dove la realizzazione nelle scuole di modelli divisivi ha accentuato la percezione delle diseguaglianze sociali. Dal riconoscimento dei diritti universale, parte invece la vera parità sociale.

La scuola in questi anni è stato il luogo dell’accoglienza per eccellenza, il luogo dove si sono sperimentati i processi di inclusione da prendere a modello per una vera società solidale ed interculturale, il luogo dove la Costituzione ha avuto la sua realizzazione.

Oggi la scuola soffre le scelte politiche sbagliate di questi ultimi venti anni che l’hanno impoverita delle sue potenzialità di faro guida della società civile per il riscatto sociale, che passa prima di tutto attraverso la Conoscenza.

Noi siamo convinti che soltanto una seria politica di investimento in tutti i campi della Conoscenza può concorrere a costruire i presupposti per la Pace. È necessario che le giovani generazioni imparino a riconoscere che i diritti di ciascuno sono i diritti di tutti e come tali vanno difesi.

La FLC CGIL consapevole che soprattutto nei momenti di difficoltà la capacità di produrre alleanze è la vera forza di un popolo democratico, ha scelto di partecipare al Tavolo “Saltamuri. Educazione sconfinata per l’infanzia, i diritti, l’umanità”.  Nel giro di pochissimo tempo, intorno al tavolo interassociativo si sono ritrovate tante organizzazioni che hanno la volontà di promuovere azioni educative per l’accoglienza, incominciando dalla “Campagna mille scuole aperte per una società aperta”.

Un mondo solidale è possibile. La FLC CGIL insieme alla CGIL nella marcia Perugia-Assisi sosterrà la partecipazione del tavolo interassociativo per testimoniare insieme la voglia di cambiare.

SaltaMuri