Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Attualità » Europa e Mondo » Francia: elezioni professionali nella scuola. La FSU resta il sindacato più votato

Francia: elezioni professionali nella scuola. La FSU resta il sindacato più votato

Gli eredi della storica Federation de la Education Nationale sempre in testa ma avanzano FO e SNALC. Partecipazione al voto bassa seppure in crescita.

15/12/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Si sono svolte in Francia dal 27 novembre al 5 dicembre le elezioni professionali che hanno chiamato i 990.278 lavoratori della scuola francesi a pronunciarsi per la costituzione del Comitato Tecnico Ministeriale dell’Educazione Nazionale (una specie di CNPI d’oltralpe) e dei Comitati di Amministrazione Paritetici nazionali e dipartimentali (organi collegiali dei vari corpi di lavoratori che operano nel sistema scolastico). Alle elezioni ha partecipato il 41,73% degli aventi diritto, una quota non alta ma in crescita rispetto a cinque anni fa: + 3,2%.

Queste elezioni sono molto importanti per determinare la rappresentatività dei sindacati della scuola, che in Francia sono tanti, addirittura più che da noi: quest’anno si fronteggiavano ben 13 liste.

Al CTMEN il sindacato più votato ancorché in calo è risultata la FSU (federazione di sindacati di settore e di mestiere, erede di una parte della storica FEN) col 35,5% (-5,1%) e 6 seggi (-1), seguita da UNSA Education (l’altro pezzo della storica FEN) con il 21,9% (+1,2%), Force Ouvriere col 13,6% (+3,6%), Sgen-CFDT  con l’8,9% (-1%), la CGT Educ’action col 5,5% (-0,9%), lo SNALC (lo “SNALS” francese) col 5,5%, e SUD Education  con il 5% (-0,8%).

Anche nella scuola primaria la FSU-SNUipp resta in testa col 44,3% (-4%) e conserva la maggioranza assoluta dei seggi del CAP nazionale: 6 su 10. Seguono SE-UNSA col 25%  (-0.3%) e 3 seggi, Force Ouvriere col 13,4% (+4%) e 1 seggio, mentre non ottengono seggi Sgen-CFDT (6,2%), SUD (4,6%) e CGT (2%).

Nella secondaria sempre in testa lo Snes-FSU col 44,4% dei voti e 10 seggi su 19, seguito da Force Ouvriere col 12, 30% e 2 seggi, dallo SNALC con l’11,6% e 2 seggi, da UNSA e Sgen-CFDT entrambi col 9,6% e 2 seggi ciascuno, da SUD con il 6,2% e un seggio e da CGT col 3,6% e nessun seggio.

Force Ouvriere, che ha affiliato lo Snetaa, sindacato storico del settore uscito alcuni anni fa dalla FSU, è invece prima nell’istruzione professionale col 29%  e 3 seggi , seguita da CGT con il 22,1% e 3 seggi, FSU-Snuep con il 16,1% e 2 seggi, UNSA con il 10,4% e 1 seggio, non ottengono seggi  Sgen-CFDT con l’8,7% , CGC con il 6% e SUD con il 3,4%

Nelle scuole francesi all’estero i risultati sono i seguenti: FSU 54%, UNSA 20%, Sgen-CFDT 14%, SUD 6%, SNALC 4%, FO 2%.

Per avere un’idea del quadro politico-sindacale coperto dalle varie organizzazioni si pensi che SUD corrisponde grosso modo ai nostri Cobas, FSU e CGT coprono lo spettro della sinistra socialcomunista, UNSA è più allineata ai socialisti francesi, Force Ouvriere nata come socialista copre uno spettro che va dal centro-destra ai trotzkisti, lo Sgen-CFDT corrisponde alla nostra CISL e lo SNALC al nostro SNALS, mentre CGC è il sindacato dei quadri.