Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Europa e Mondo » Persistenza di un modello autoritario nella scuola.

Persistenza di un modello autoritario nella scuola.

Paraguay, gennaio 1999

22/01/1999
Decrease text sizeIncrease  text size

GENNAIO

Persistenza di un modello autoritario nella scuola. Nonostante la dittatura del generale Stroessner sia caduta nel 1989 nella scuola paraguaiana continua ad esistere un forte modello autoritario, nonostante alcune leggi volte alla partecipazione sociale nella scuola, dal momento che la struttura scolastica continua ad essere manipolata da persone legate al passato autoritario. Il sindacato degli insegannti Otep-Sn, che nell’ottobre scorso ha organizzato una marcia nazionale a cui hanno partecipato diecimila persone, ha denunciato che il processo di riforma iniziato nel 1994 con l’implementazione di cambiamenti nella scuola di base è in realtà un processo tutto gestito dal governo, imponendo orientamenti e programmi di studio senza la partecipazione popolare. Ciò non ha provocato altro che un assommarsi di deficenze e un fallimento genralizzato. Per comprendere meglio la situazione della scuola in Paraguay è necessario considerare la crescente presenza della cosiddetta autogestione economica delle scuole: in altre parole le scuole sono affidate all’arte di arrangiarsi, mentre non è data loro alcuna autonomia didattica né alcuna partecipazione nella ridefinizione dei programmi e dei contenuti dello studio.

Tag: paraguay