Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Attualità » Europa e Mondo » Repubblica Ceca: una riforma complessiva

Repubblica Ceca: una riforma complessiva

Repubblica Ceca Dicembre 2005

06/12/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Parlamento ceco nel 2004 ha congedato e approvato una nuova legge per l’istruzione ceca nella forma di un Atto sull’educazione prescolastica, basica, secondaria, terziaria professionale e di altro tipo, chiamato molto semplicemente l’Atto Educativo. La nuova legge, non riguarda l’istruzione universitaria, dal momento che il sistema è regolato separatamente, rimpiazza le tre principali leggi sull’istruzione che avevano regolato il sistema precedentemente e dispone le condizioni a cui sono sottoposte l’istruzione e la formazione professionale, definisce i diritti e i doveri delle persone fisiche e legali coinvolte nell’educazione e specifica la gamma di competenze dei corpi che esercitano l’amministrazione statale e l’autogoverno nel sistema dell’educazione.

L’Atto Educativo ha confermato i diritti dei cittadini cechi e di quelli dell’UE ad un uguale accesso a tutti i tipi di istruzione, senza discriminazioni, così come all’istruzione primaria e secondaria gratuita. Altri importanti sviluppi nel 2004 e all’inizio del 2005 hanno inserito nella nuova legge uno staff pedagogico, che controlla la posizione dei professionisti dell’educazione nella Repubblica Ceca.

Il finanziamento dell’istruzione superiore continua ad essere oggetto di contenzioso, con numerose proteste da parte degli studenti. I dimostranti continuano ad attirare l’attenzione su quello che chiamano il sottofinanziamento del sistema universitario ceco, mentre intanto resistono contro il tentativo di introdurre tasse scolastiche nelle università pubbliche. (Dalla relazione della IE “Education in transition”)

Roma, 6 dicembre 2005