Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Europa e Mondo » Romania: serve più scuola professionale

Romania: serve più scuola professionale

Romania Dicembre 2005

06/12/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

Secondo gli esperti le principali condizioni di cui la Romania necessita per riuscire a mettere a punto l’offerta di un “effettivo sistema educativo” consistono nell’incremento delle quote di scolarizzazione, nell’aumento della qualità dell’insegnamento e nella riforma della capacità amministrativa, con un’attenzione particolare agli aspetti finanziari e gestionali dei programmi educativi.

Secondo un rapporto dell’UE del 2004, per facilitare l’adattamento ai cambiamenti industriali e aumentare l’occupazione la Romania dovrebbe sviluppare una politica di formazione professionale. Questi obiettivi sono stati perseguiti attraverso i programmi Socrate, Leonardo e Gioventù. La scolarizzazione sta aumentando grazie a un più alto numero di scuole. Comunque i bambini Rom e quelli delle aree rurali hanno ancora difficoltà nell’accesso all’educazione primaria e il tasso di abbandono dovrebbe essere abbassato.

La legislazione adottata nel maggio 2004 prometteva un nuovo più elevato programma educativo basato su tre cicli, il che è conforme al processo di Bologna. C’è stato anche un progresso nella riforma dell’istruzione professionale e nella formazione degli adulti con la creazione dell’Agenzia nazionale delle qualifiche. Nel marzo 2004 il governo ha messo a punto provvedimenti sulla base della direttiva sui bambini dei lavoratori migranti. (Dalla relazione della IE “Education in transition”)

Tag: romania