Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Attualità » Europa e Mondo » Stipendio di merito all’inglese.

Stipendio di merito all’inglese.

Gran Bretagna, Novembre 2000

07/11/2000
Decrease text sizeIncrease  text size

Novembre

Stipendio di merito all’inglese. Lo stipendio di merito in Gran Bretagna ha determinato posizioni diverse tra i sindacati degli insegnanti. Se il principale sindacato, l’Unione nazionale degli insegnanti (Nut) è radicalmente contraria al cosiddetto Prp, non altrettanto si può dire dell’Associazione nazionale dei maestri e delle insegnanti ( Nasuwt), sindacato comunque forte oltremanica. In un’intervista alla rivista del sindacato francese Snes il segretario generale della Nasuwt ha così spiegato la posizione del suo sindacato: "Dovete sapere che il sistema attuale si basa su un avanzamento uniforme su nove gradoni. Scatti ulteriori possono essere ottenuti solo da parte di coloro che svolgono altri compiti ( per esempio la funzione di capi dipartimento). Un insegnante al nono gradone guadagna in media 23.000 sterline l’anno. Il Governo ha proposto la creazione di una seconda scala a partire dal nono gradone, con il versamento di 2.000 sterline in più all’anno. Per accedere a questa seconda scala occorre che l’insegnante soddisfi un certo numero di condizioni ovvero che risponda a criteri ben precisi (…): conoscenza delle materie di insegnamento, organizzazione delle sequenze e scelta dei metodi pedagogici, risultati degli allievi negli esami nazionali, partecipazione alla formazione continua degli insegnanti e ai progetti d’istituto, capacità di motivare gli allievi, partecipazione al lavoro d’equipe. Il Governo stima che su 450.000 insegnanti gli ‘eleggibili’ saranno 240.000. (…) Concretamente chi è al nono gradone deve riempire un dossier che trasmette al capo d’istituto. Questi esamina le informazioni fornite sulla base dei criteri suddetti, quindi formula un parere sulla candidatura. Il parere del capo d’istituto viene in seguito trasmesso a un valutatore esterno che prenderà la decisione definitiva sull’accesso a questa seconda scala".
"Non c’è un rifiuto globale da parte del sindacato – ha detto il segretario della Nasuwt – perché abbiamo ottenuto un certo numero di concessioni. Un esempio: all’inizio il Governo voleva imporre agli insegnanti che accedevano a questa scala la firma di un nuovo contratto che includeva condizioni di lavoro differenti da quelle scritte nel contratto precedente. Noi siamo riusciti a respingere questa misura (…).La preoccupazione per la maggior parte dei colleghi risiede nella valutazione del progresso degli alunni. (…) La nostra posizione, emendativa del progetto iniziale è stata più difficile da far capire agli insegnanti di quella di altre organizzazioni che hanno espresso un rifiuto categorico. Noi però abbiamo lanciato una consultazione e organizzato riunioni in tutto il paese per dibattere la questione."

Sospeso anche il "concorsone" inglese. Tempi duri per i "concorsoni", si potrebbe dire. In Inghilterra il famoso "performance related payment", stipendio di merito del valore di duemila sterline annue, da ottenersi attraverso una procedura di valutazione, che doveva partire a settembre è stato sospeso per iniziativa del principale sindacato britannico, Nut, il quale ha vinto un ricorso giurisdizionale in quanto gli organismi consultivi, che devono dare un parere sulle remunerazioni, non erano stati consultati. Secondo la Nut, che, a differenza di altri sindacati, è sempre stata radicalmente contraria al Prp, solo 197.000 dei 450.000 insegnanti interessati avrebbero avanzato la loro candidatura, mentre il Ministero parlava finora di un’adesione di circa l’80% del corpo docente.