Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON “Per la Scuola” e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: emanato l’avviso realizzazione di spazi e laboratori per l'educazione e la formazione alla transizione ecologica

PON “Per la Scuola” e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: emanato l’avviso realizzazione di spazi e laboratori per l'educazione e la formazione alla transizione ecologica

Risorse per 102 milioni di euro provenienti dal REACT-EU. Previste due azioni: “Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo" e "Laboratori green, per le scuole del secondo ciclo" Procedura a sportello dall’11 al 31 gennaio 2022.

30/12/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

L'autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020,  con nota 50636 del 27 dicembre 2021, ha emanato l’Avviso pubblico finalizzato alla realizzazione di ambienti e laboratori per l’educazione e la formazione alla transizione ecologica.

L’intervento è finanziato con i fondi resi disponibili dal Regolamento (UE) n. 2020/2221 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020, finalizzati a promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia (REACT-EU). I fondi del REACT EU sono pari a circa 47 miliardi a livello di Unione Europea di cui 13 sono stati destinati all’Italia. Di questi 1,032 miliardi di euro incrementano le risorse del PON Scuola 2014-2020 la cui dotazione finanziaria ammonta ora complessivamente a € 3.777.295.749,00.

Le risorse aggiuntive del REACT-EU sono finalizzate alla realizzazione delle seguenti specifiche azioni

  1. Cablaggio degli edifici scolastici per un importo pari a € 446.000.000,00 (nota 20480 del 20 luglio 2021)
  2. Digital board: Trasformazione digitale della didattica scolastica per un importo pari a € 455.000.000,00
  3. EDUGREEN Laboratori di sostenibilità per le scuole del primo ciclo per un importo pari a € 45.000.000,00
  4. Laboratori verdi, sostenibili e innovativi per le scuole del secondo ciclo per le scuole delle regioni del mezzogiorno (in particolare istituti agrari) per un importo pari a € 57.000.000,00
  5. Assistenza Tecnica REACT EU pari a € 41.760.000,00 (di cui € 12.083.789,55 di risorse nazionali).

L’avviso 50636/21 finanzia il terzo e il quarto degli interventi sopra elencati.

Di seguito una sintesi dei contenuti dell’Avviso.

Inquadramento dell’avviso

L’Avviso si inserisce nel quadro di azioni finalizzate all’attuazione della Priorità d'investimento: 13i – (FESR) “Promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia” – Obiettivo specifico 13.1: Facilitare una ripresa verde, digitale e resiliente dell'economia.

Azioni previste ed obiettivi

L’avviso finanzia le seguenti due azioni.

Azione 1 – “Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo” : prevede la realizzazione o la risistemazione di orti didattici e di giardini a fini didattici, innovativi e sostenibili, all’interno di uno più plessi delle istituzioni scolastiche del primo ciclo, volti anche a riqualificare giardini e cortili, trasformandoli in ambienti di esplorazione e di apprendimento delle discipline curricolari, delle scienze, delle arti, dell’alimentazione, degli stili di vita salutari, della sostenibilità. Le risorse disponibili sono pari a 45 milioni di euro.

Azione 2 “Laboratori green, sostenibili e innovativi per le scuole del secondo ciclo”: prevede la realizzazione di ambienti laboratoriali per la transizione ecologica, in particolare della filiera agro-alimentare, con priorità per le scuole a indirizzo agrario, che necessitano di laboratori all’avanguardia per le annesse aziende agrarie, al fine di reingegnerizzare il sistema produttivo e di garantirne la piena sostenibilità ambientale e dei processi. In particolare

  • laboratori didattici di “agricoltura 4.0”, anche con l’utilizzo di tecnologie idroponiche, di sistemi digitali per il monitoraggio delle colture basati sull’IoT (Internet of Things), di strumenti digitali per la qualità, la sicurezza alimentare, la tracciabilità dei prodotti,
  • laboratori per l’alimentazione sostenibile
  • laboratori per l’utilizzo delle energie rinnovabili e l’efficientamento energetico
  • laboratori sulla sostenibilità ambientale per lo studio e la sperimentazione degli impatti delle attività economiche sull’ambiente, sulla produzione dei rifiuti, sulla qualità dell’aria, sui consumi di acqua, energia, suolo e altre risorse naturali, e per il riciclaggio dei rifiuti.

Le risorse disponibili sono pari a 57 milioni di euro.

Beneficiari

Possono partecipare all’azione 1 le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Possono partecipare all’azione 2 le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Ciascuna istituzione scolastica statale può presentare una sola candidatura a eccezione degli istituti omnicomprensivi delle regioni del Mezzogiorno che possono candidarsi per entrambe le azioni.

Selezione delle candidature

La selezione delle candidature avverrà secondo la modalità “a sportello”. Saranno ammesse a finanziamento le candidature che rispettino i requisiti di ammissibilità previste dall’avviso.

Per l’azione 2 verrà data precedenza, nelle graduatorie, agli istituti tecnici e professionali ad indirizzo agrario.

Qualora, dopo la scadenza per la presentazione delle candidature e in seguito a eventuali scorrimenti delle graduatorie residuassero risorse ancora da assegnare, l’Autorità di gestione potrà definire una nuova finestra di apertura dello “sportello”, riservata alle istituzioni scolastiche statali non finanziate durante la fase precedente.

Codice unico di progetto (CUP)

All’atto della candidatura, ciascuna istituzione scolastica compila, tramite l’apposita piattaforma, i dati di adesione richiesti per la realizzazione dei laboratori, provvedendo contestualmente alla generazione del Codice unico di progetto (CUP). secondo la procedura indicata nello specifico manuale operativo dell’avviso e sulla base dei seguenti codici di template, distinti per ciascuna azione:

  • codice di template CUP per l’azione 1 “Edugreen – Primo ciclo”: 2112001;
  • codice di template CUP per l’azione 2 “Laboratori green – secondo ciclo”: 2112002.

Interventi ammissibili

Azione 1 – “Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo”

Realizzazione o risistemazione di

  • giardini e orti didattici, in uno o più plessi della scuola, attraverso
    • la fornitura e la posa in opera di letti e cassoni, anche rialzati o verticali, per aiuole e relativi accessori
    • l’acquisto di strumenti e kit per il giardinaggio didattico adeguati alle studentesse e agli studenti delle scuole del primo ciclo di istruzione, di misuratori per il monitoraggio del terreno
    • di attrezzature per la coltivazione idroponica, per l’irrigazione e il pompaggio dell’acqua
  • piccole serre, di compostiere domestiche da giardino, di prodotti e strumenti per l’agricoltura, anche di tipo 4.0, adeguati al giardino scolastico, di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili per il funzionamento delle attrezzature dell’orto, compresi anche di posa in opera.

È inoltre prevista l’effettuazione di eventuali piccoli lavori per adattamento edilizio e/o per la preparazione del terreno e le eventuali attività di formazione breve sull’utilizzo dei beni acquistati a fini didattici.

Azione 2 – “Laboratori green, sostenibili e innovativi per le scuole del secondo ciclo”

Realizzazione o il potenziamento di laboratori didattici nell’ambito della filiera agro-alimentare, attraverso l’acquisto di

  • attrezzature per l’agricoltura 4.0 e per la coltivazione idroponica
  • strumenti intelligenti e di precisione per il monitoraggio delle colture
  • strumenti digitali per la qualità, la sicurezza alimentare, la tracciabilità dei prodotti
  • strumenti e attrezzature innovative per la distribuzione, di beni, macchine e attrezzature adeguate all’agricoltura sostenibile
  • strumenti per il compostaggio, di kit e strumenti per lo studio e la sperimentazione delle energie rinnovabili
  • strumenti e attrezzature per l’alimentazione sana e sostenibile.

È prevista l’effettuazione di eventuali piccoli lavori per adattamento edilizio e/o per la preparazione del terreno, laddove necessari.

Modalità di presentazione della candidatura

Le scuole che intendono partecipare all’avviso devono

  • acquisire da parte del Consiglio di Istituto e del Collegio Docenti l’autorizzazione alla partecipazione all’avviso o mediante delibera di adesione generale alle Azioni del Programma operativo nazionale oppure, in assenza di quest’ultima, una specifica determinazione per questo avviso. Tenuto conto del particolare periodo emergenziale, tali deliberazioni possono essere acquisite anche in una fase successiva
  • compilare i campi con i dati necessari sul Sistema informativo di gestione della programmazione unitaria (GPU). L’area del sistema Informativo predisposta alla presentazione delle proposte resterà aperta dalle ore 12.00 dell’11 gennaio 2022 alle ore 12.00 del 31 gennaio 2022
  • procedere alla generazione del CUP
  • scaricare una copia della proposta progettuale inoltrata attraverso il sistema informativo
  • firmare digitalmente la proposta progettuale senza apportare a quest’ultima alcuna modifica. Il file deve essere esclusivamente in formato .pdf o .pdf.p7m
  • allegare la proposta progettuale firmata digitalmente sul “Sistema Informativo Fondi (SIF) 2020” dalle ore 12.00 dell’11 gennaio 2022 alle ore 12.00 del 31 gennaio 2022, secondo la seguente procedura
    • selezionare il link “Gestione Finanziaria” presente alla pagina http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/pon/2014_2020, utilizzando le credenziali SIDI e accedendo al menù “servizi” del SIDI
    • accedere all’area “Gestione Finanziario-Contabile” e all’applicazione “Sistema Informativo Fondi (SIF) 2020
    • dal menù funzioni è disponibile, sotto la voce “Candidature” la funzione “Trasmissione candidature firmate
    • in fase di trasmissione, superati i controlli di validità del file, il progetto sarà protocollato;
    • dalla stessa funzionalità la scuola può visualizzare il codice di protocollo assegnato e la relativa data.

Per ogni Istituzione scolastica statale sono abilitati, in automatico dal SIDI, sia il Dirigente scolastico che il Direttore dei servizi generali e amministrativi, che selezionando il link “Gestione degli interventi” e utilizzando le credenziali con cui accedono a tutti i servizi informatici del MIUR, ai fini del login al Sistema GPU, sono riconosciuti dal Sistema e possono procedere alla compilazione della scheda anagrafica individuale, propedeutica a qualsiasi altra successiva attività.

Ammissibilità delle candidature

Sono ammissibili le candidature che

  • provengano dalle istituzioni scolastiche statali
  • siano presentate attraverso le piattaforme GPU e SIF, nel rispetto dei termini previsti dal presente avviso per cui fa fede l’inoltro on line
  • presentino il formulario on line compilato in ciascuna sezione
  • abbiano acquisito il Codice unico di progetto (CUP), che dovrà essere riportato su tutti i documenti relativi alla procedura di attuazione
  • non superino l’importo massimo finanziabile
  • siano in possesso dell’approvazione del conto consuntivo da parte degli organi competenti relativo all’ultimo anno di esercizio utile disponibile, tenuto conto dell’attuale situazione di emergenza, a garanzia della capacità gestionale dei soggetti beneficiari richiesta dai regolamenti dei Fondi strutturali europei.

La mancanza di uno solo dei suddetti requisiti comporta la non ammissibilità della scuola alla successiva procedura di selezione.

Ammissibilità delle spese

Sono ammissibili le seguenti spese

VOCI DI COSTO

Percentuali previste per l’azione 1
“Edugreen”

Percentuali previste per l’azione 2
“Laboratori green”

A. Progettazione

5% (max)

2% (max)

B. Spese organizzative e gestionali

3% (max)

2% (max)

C. Forniture e servizi

almeno 70%

almeno 88%

D. Piccoli lavori di sistemazione edilizia/terreno

18% (max)

5% (max)

E. Pubblicità

0,5% (max)

0,5% (max)

E. Collaudo/regolare esecuzione

1,5% (max)

1,5% (max)

F. Addestramento all’uso delle attrezzature

5% (max)

1% (max)

All’atto della candidatura il sistema definisce automaticamente il riparto del totale del finanziamento attribuibile a ciascuna istituzione scolastica sulla base delle percentuali sopra indicate. Dopo l’autorizzazione del progetto e in fase esecutiva, sarà possibile modificare l’importo di tutte le voci di costo, fermi restando i limiti percentuali di spesa previsti. In nessun caso può essere diminuita la percentuale relativa alla voce di costo C.

L’attività alla pubblicizzazione ex post riconducibile alla voce di costo “Pubblicità” è obbligatoria.

Non sono spese ammissibili:

  • gli acquisti di cancelleria e materiale di facile consumo
  • i canoni di abbonamento a servizi
  • la retribuzione delle attività relative alla presentazione della candidatura sulla piattaforma.

Massimali di spesa

L'importo del finanziamento per l'azione 1 "Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo" è pari a euro 25.000,00 (IVA inclusa).

L'importo del finanziamento per l'azione 2 "Laboratori green, sostenibili e innovativi per le scuole del secondo ciclo" è pari a euro 130.000,00 (IVA inclusa).

Attuazione degli interventi

Gli interventi previsti dall’avviso dovranno essere realizzati, collaudati e conclusi entro e non oltre il 31 dicembre 2022.