Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Attualità » Formazione lavoro » IFTS ITS PON » Istituti Tecnici Superiori: il MIUR pubblica i decreti di assegnazione delle risorse per il 2013

Istituti Tecnici Superiori: il MIUR pubblica i decreti di assegnazione delle risorse per il 2013

Utilizzati i parametri concordati nel 2010 in Conferenza Unificata.

27/10/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Nei giorni scorsi  il MIUR ha reso noto i decreti direttoriali con i quali sono state assegnate le risorse alle Regioni relative ai percorsi degli Istituti tecnici Superiori per l’anno finanziario 2013, nonché quelle finalizzate alle azioni di sistema previste dall’art. 12 comma 5 del DPCM 25/01/2008.

Nel 2013 la cifra complessivamente disponibile è stata pari € 13.377.552,00 allocate nel capitolo 1464 del bilancio del MIUR. Lo stanziamento di € 14.000.000,00 previsto  dall’articolo 7, comma 37-ter della legge n. 135, del 7 agosto 2012, di conversione del decreto legge n. 95 del 6 luglio 2012, è stato ridotto nel 2013 di oltre € 600.000,00.

Le risorse per le azioni di sistema (2,82% del totale del Fondo ai sensi della nota del Capo Dipartimento dell’Istruzione n. 597 dell'8/03/2013) sono state così ripartite

Beneficiario

Importo contributo ministeriale

Provvedimenti della Direzione generale per l'istruzione e formazione tecnica superiore e i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni

I.N.V.A.L.S.I.

150.000,00

d.d. 13 del 30/7/2013
d.d. 28 del 29/10/2013

I.N.D.I.R.E.

159.000,00

d.d. 56 del 19/12/2013
d.d. 798/AOODGPS del 10/6/2014

II.S. "Caboto"

68.000,00

d.d. 57 del 19/12/2013
d.d. 797/AOODGPS del 10/6/2014

Totale

377.000,00

In particolare le risorse per l’INVALSI sono state finalizzate alla definizione della prova scritta che costituisce una delle prove dell’esame finale dei percorsi ITS. Infatti in base al D.I. 7/9/2011 art. 6 comma 1 la prova scritta “tesa a valutare conoscenze e abilità nell’applicazione di principi e  metodi scientifici nello specifico contesto tecnologico cui si riferiscono le competenze tecnico-professionali nazionali del percorso dell’ITS”, è predisposta dall’INVALSI in collaborazione con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Esami finali e certificazioni delle conoscenze e competenze sono state oggetto di uno specifico approfondimento su questo sito.

Le risorse per l’INDIRE sono state destinate al finanziamento di uno specifico progetto tecnico concernente lo sviluppo della Banca Dati nazionale I.T.S. anche ai fini dell’attuazione del Sistema di monitoraggio e valutazione.

Infine sono stati assegnati € 68.000,00 a due istituti tecnici, enti di riferimento degli ITS dell’area Mobilità sostenibile – ambito Mobilità delle persone e delle merci – Trasporti marittimi: l’IIS “Caboto” di Gaeta e l’ITTL “San Giorgio” di Genova. Le risorse sono state finalizzate per Piani di attività per l’innalzamento delle competenza dell’intera filiera dei percorsi formativi del settore marittimo (Direttiva Ue 2008/106/CE Requisiti per i percorsi formativi della Gente di mare).

Le risorse destinate a finanziarie i percorsi di studio attivati dagli ITS sono state assegnate in base ai criteri generali definiti dall’Intesa in Conferenza Unificata del 23/09/2010 (atto 91/CU). In particolare la nota dipartimentale 537/13 aveva previsto una cifra uguale per ciascun percorso ITS attivato, pari a € 50.000,00 e una cifra correlata alla percentuale della popolazione tra i 20 e i 34 anni. Quest’ultima cifra ha anche valore premiale e viene erogata in presenza del cofinanziamento della singola Regione (minimo il 30%), così come previsto dal DPCM 25/01/2008.

Questo il quadro delle risorse erogate alle Regioni

ITS Risorse assegnate dal MIUR anno 2013

Regione

Importo contributo ministeriale

Provvedimenti della Direzione generale per l'istruzione e formazione tecnica superiore e i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni

ABRUZZO

517.191,96

d.d. 31 del 29/10/2013

CALABRIA

198.740,30

d.d. 42 del 11/11/2013

CAMPANIA

883.799,67

d.d. 43 del 11/11/2013

EMILIA ROMAGNA

1.256.976,49

d.d. 37 del 31/10/2013

FRIULI VENEZIA GIULIA

405.850,82

d.d. 41 del 07/11/2013

LAZIO

1.336.589,74

d.d. 35 del 31/10/2013

LIGURIA

924.211,73

d.d. 34 del 31/10/2013

LOMBARDIA

1.859.227,82

d.d. 38 del 31/10/2013

MARCHE

683.393,63

d.d. 32 del 29/10/2013

PIEMONTE

822.638,04

d.d. 29 del 29/10/2013

PUGLIA

808.821,78

d.d. 33 del 29/10/2013

SICILIA

983.349,40

d.d. 47 del 20/11/2013

TOSCANA

607.831,46

d.d. 40 del 07/11/2013

UMBRIA

172.367,40

d.d. 36 del 31/10/2013

VALLE D'AOSTA

11.341,16

d.d. 48 del 02/12/2013

VENETO

1.084.744,44

d.d. 30 del 29/10/2013

Totale Regioni

12.557.075,84

Dall’analisi dei decreti del MIUR risultano attualmente non assegnati € 443.476,16 riferiti  alla Basilicata, Sardegna, Molise, Province Autonome di Trento e Bolzano. Da notare che in base al bilancio consuntivo del MIUR 2013 invece le economie sono pari a € 433.711,46.

In base alla nota dipartimentale 537/13 le risorse destinate alle Regioni e province autonome attualmente non oggetto di assegnazione, sono le seguenti:

Regione o Provincia Autonoma

Importo contributo ministeriale previsto
dalla nota dipartimentale dell’8 marzo 2013

BASILICATA

58.325,96

MOLISE

79.703,04

SARDEGNA

217.417,11

BOLZANO

44.824,58

TRENTO

43.204,42

Ricordiamo che le modalità di ripartizione delle risorse a partire dal 2015, sono state definite da uno specifico Accordo sottoscritto in conferenza unificata il 5/8/2014 (vedi correlati). Per il 2014 è prevista una fase transitoria di passaggio al nuovo sistema.