Home » Attualità » La Marcia di Barbiana alla XVI edizione. Noi siamo con don Lorenzo

La Marcia di Barbiana alla XVI edizione. Noi siamo con don Lorenzo

Da 16 anni la Cgil è tra i partecipanti alla salita da Vicchio a Barbiana per ricordare l’esperienza straordinaria di don Milani.

27/05/2017
Decrease text sizeIncrease  text size

La Marcia di Barbiana è giunta alla XVI Edizione. È un appuntamento a cui la Cgil non ha mai mancato, fin dall’inizio per 16 anni.

Quest’anno, nella ricorrenza dei 50 anni dalla pubblicazione di Lettera a una professoressa e dalla morte di don Lorenzo Milani, avvenuta il 26 giugno del 1967, gli echi dell’esperienza di Barbiana e del lavoro del priore si sono amplificati e diffusi. Libri, iniziative, manifestazioni… Ne siamo felici, perché per anni è stata solo la scuola democratica, le associazioni e i sindacati ad essa vicini a condividere l’isolamento di don Lorenzo. Finalmente quell’esperienza è diventata patrimonio comune.

Per noi da sempre è stata oggetto di riflessione anche critica, ma, soprattutto, stimolo a lavorare per una scuola sempre più inclusiva.
Da decenni, la Cgil Scuola, prima, e la FLC CGIL, dopo, hanno ragionato, accanto alle tematiche sindacali, di questioni professionali, di didattica, di pedagogia e dei percorsi virtuosi attraverso i quali il sistema di istruzione italiano consentisse – come impone la Costituzione – ai capaci e meritevoli di “raggiungere i gradi più elevati dell’istruzione”. L’esperienza di don Milani ha dimostrato che è possibile, che anche i più svantaggiati, come erano i “suoi” montanari, possono con successo accedere alla conoscenza, migliorare le proprie condizioni di vita e, soprattutto, diventare cittadini impegnati e consapevoli.

La FLC CGIL ha condiviso questo impegno con Proteo Fare Sapere e con la rivista “Articolo 33”, il cui prossimo numero (al momento in stampa) contiene un supplemento monografico su tutta l’elaborazione di questi anni su Barbiana e don Milani. Edizioni Conoscenza ha anche di recente pubblicato un libro, Don Milani e suo padre, scritto dalla nipote del priore che apre nuove piste di studio sulla formazione di Lorenzo.
Ma il nostro lavoro critico collettivo non finisce con le celebrazioni dell’anno milaniano. La prossima agenda della FLC sarà infatti dedicata a Lettera a una professoressa. Come dire che il nostro impegno non è rituale e non finisce con le celebrazioni.

“La crisi della scuola – scrivono i promotori della Marcia – è lì a dimostrarci che educare non è un atto di autorità, ma prima di tutto entrare in relazione personale, diretta, è occuparsi con competenza degli altri. […] Il nostro appello è a tutti gli attori della scuola per far sì che la passione e l’impegno possano essere il motore della crescita e della società”.
Anche per questo la FLC CGIL è oggi a Barbiana.

A questo link è possibile leggere il programma e l’appello per la marcia.