Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Attualità » Strage Piazza della Loggia: il ricordo della FLC CGIL Brescia

Strage Piazza della Loggia: il ricordo della FLC CGIL Brescia

Il 28 maggio la presentazione del libro "Alberto. Una questione scientifica".

27/05/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

"In questi anni sulle parole ha, spesso, prevalso il silenzio. E il pensiero è stato ricondotto a ciò che le brevi vite delle compagne e dei compagni caduti in Piazza della Loggia possono raccontare, ancora oggi, non solo ai giovani, ma anche a chi giovane non lo è più.

Dopo quasi mezzo secolo si è riaperto, presso la Corte d’Assise di Milano, il processo d’appello “bis” nei confronti di Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte per i quali la Cassazione aveva annullato la sentenza di assoluzione. Purtroppo le condizioni di salute di Maggi rischiano di rinviare di conoscere oggi, non tanto, la verità storica che è nota a tutti, ma quella giudiziaria che ancora non c'è. Lo sforzo di ricercare nei documenti e nelle testimonianze, sia individuali sia collettive, permette di attivare circuiti di condivisione di significati, di negoziazione tra differenti punti di vista, consente anche di prendersi cura di sé in relazione alla storia del mondo. Quel ‘sé’ che, raffrontato con altri ‘sé’, diviene memoria collettiva: quella delle parole, delle immagini, dei gesti e dei riti. E si conferma come desiderio di non perdere la memoria stessa a causa di un’eventuale amnesia che cancelli il passato.

Come dice Marc Augé, «in questa temporalità l’oblio e la memoria sono inseparabili. In un certo senso l’oblio scolpisce i contorni della memoria. Il rischio oggi è quello di perderli entrambi. Da una parte, non c’è oblio, tutto è archiviato; dall’altra non c’è memoria perché viviamo in una sorta di presente perpetuo”. Conoscere, oggi, quel pezzo di storia sulla strage di Brescia vuol dire recuperare una parte di noi e sfuggire a quella sorta di oblio della ragione, in cui ci troviamo ma vivere, di fronte ai fatti che quotidianamente influenzano il nostro agire.

Pensando all’impegno delle compagne e dei compagni, in qualità di docenti, morti in Piazza, diviene scontato fare un paragone con la situazione dell’attuale sistema scolastico e sociale italiano. Si tratta di un periodo di fermento, nel quale l’impegno, di chi, oggi, vive la scuola, è indirizzato all’affermazione di un modello scolastico condiviso, dentro al quale cooperazione, solidarietà, attenzione per l’altro sono i punti cardine dell’agire quotidiano. Quel modello scolastico e sociale per il quale Clem, Giulietta, Livia, Alberto, Luigi, Bartolomeo, Euplo, e Vittorio hanno lottato." Comunicato FLC CGIL Brescia

Per celebrare il 41° anniversario della strage di Piazza della Loggia, i compagni e le compagne della FLC CGIL Brescia hanno organizzato per giovedì 28 maggio diverse iniziative.

Alle ore 15 si terrà presso l'Auditorium S. Barnaba (Corso Magenta 44/A Brescia) la presentazione del libro "Alberto. Una questione scientifica", cui seguiranno degli interventi musicali con alla collaborazione del Liceo Musicale "Gambara" e del Conservatorio "Marenzio".

Interverranno:

  • Pierpaolo Begni, Segretario generale FLC CGIL Brescia
  • Damiano Galletti, Segretario generale Camera del Lavoro di Brescia
  • Mario Maviglia, Dirigente Uffi­cio Scolastico Territoriale di Brescia
  • Giuseppe Magurno, Marina Renzi, curatori dei libri
  • Studenti ITIS Castelli/Moretto

E il Maestro Giancarlo Facchinetti guiderà gli interventi musicali: Quattro liriche da Bertold Brecht per soprano e archi composte da Daniel Espen. Eseguono il Soprano Yue Wu, gli allievi del Liceo Musicale Gambara e Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. Ensemble Jazz Conservatorio Luca Marenzio