Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » “Fondo per il merito”: le bacchettate della Corte dei Conti

“Fondo per il merito”: le bacchettate della Corte dei Conti

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

11/02/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Come evidenziato anche dalla Corte dei Conti il fondo sul merito è fallito. Bisogna cambiare pagina rispetto alle controriforme epocali della Gelmini. È ora  di cancellare definitivamente quella misura e aumentare le risorse per sostenere un welfare studentesco incardinato su una legge quadro nazionale sul diritto alla studio, che garantisca  la gratuità per tutto il percorso di studio obbligatorio  con contribuzioni legate all’effettivo reddito e borse di studio per l’accesso alle università, in aggiunta a servizi che sostengano la mobilità, gli alloggi, l’accesso a occasioni culturali e formative.

Su questa proposta chiediamo alla Ministra Carrozza e alle forze politiche di aprire una larga consultazione per dotare finalmente il Paese di una legge che garantisca a tutti l’accesso ai saperi.