Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Il Ministro Brunetta rispetti le regole e la democrazia: ai tavoli contrattuali si devono ascoltare tutti i sindacati rappresentativi

Il Ministro Brunetta rispetti le regole e la democrazia: ai tavoli contrattuali si devono ascoltare tutti i sindacati rappresentativi

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario Generale della FLC Cgil.

02/12/2009
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Ministro Brunetta avrebbe l'intenzione di non convocare la Cgil al tavolo di confronto sui rinnovi contrattuali dei dipendenti pubblici.

E' davvero singolare che un Ministro, che fa della trasparenza e del rispetto delle regole il proprio cavallo di battaglia, escluda il sindacato maggiormente rappresentativo.

Non rappresenta, inoltre, un esempio di democrazia, per un rappresentante delle istituzioni, quale è il Ministro, scegliersi gli interlocutori, rifiutando proprio chi, come la CGIL, ha espresso le posizioni più critiche verso l'operato del Ministro e di questo Governo.

Si preoccupi invece il Ministro di dare delle risposte ai lavoratori della conoscenza e ai lavoratori pubblici in generale sulle risorse relative ai rinnovi contrattuali che,  come è noto, se non verranno incrementate, determineranno un aumento degli stipendi di circa 12 euro mensili lordi.

Si confermano e si rafforzano tutte le ragioni che porteranno i lavoratori della conoscenza e tutti i dipendenti pubblici a scioperare il prossimo 11 dicembre e a partecipare massicciamente alla manifestazione nazionale a Roma.

Sarà quella la risposta più efficace ad un Ministro che rifiuta la normale dialettica democratica.

Roma, 2 dicembre 2009