Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Inaccettabile il silenzio sul precariato e sulle immissioni in ruolo. Il ministro convochi i sindacati

Inaccettabile il silenzio sul precariato e sulle immissioni in ruolo. Il ministro convochi i sindacati

Comunicato stampa di Enrico Panini

29/07/2003
Decrease text sizeIncrease  text size

Comunicato stampa di Enrico Panini

Il malessere presente fra i docenti inseriti nelle graduatorie permanenti è molto alto e rischia di aumentare in occasione dell’ormai imminente conferimento delle supplenze annue.
La manifestazione di precari che si terrà domani ne è un esempio evidente.
E’ grave che, mentre si legge dell’intenzione dei partiti della maggioranza di presentare a settembre un Disegno di Legge sul precariato, nulla dicano il Ministro ed il Governo circa gli impegni ed i contenuti che dovrebbero caratterizzare questo provvedimento.
Così si alimentano solo dubbi, incertezze e sospetti.
Esattamente il contrario di ciò che serve, dopo che per mesi le persone sono state messe le une contro le altre a causa di decisioni ondivaghe e contraddittorie.
Chi governa ha il dovere di dare risposte chiare alle richieste delle persone ed è inaccettabile che ci si trinceri dietro al silenzio o alle procedure amministrative.
Chiediamo una convocazione urgente dei sindacati per aprire un confronto sulle soluzioni che il Governo intende adottare.
Per quanto ci riguarda devono essere fatte tutte le nomine in ruolo possibili sulle migliaia di posti vacanti e devono essere individuate soluzioni tali da offrire distinte ed eque garanzie ai precari “storici”, ai diplomati nelle SSIS, ai vincitori di concorso ponendo termine ad una situazione di inaccettabile incertezza e contrapposizione.

Roma, 29 luglio 2003