Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Rassegna stampa » Nazionale » Azzolina alla Camera

Azzolina alla Camera

Nuovi spazi per la stabilità dei gruppi - edilizia scolastica - basta con le classi pollaio

29/07/2020
Decrease text sizeIncrease text size
Il Sole 24 Ore

«Nuovi spazi per garantire la stabilità dei gruppi»

«Nella riprogettazione di spazi ed ambienti educativi, dovranno essere seguite alcune accortezze educative, come la stabilità dei gruppi», visto che «i bambini frequentano per il tempo previsto di presenza, con gli stessi educatori, insegnanti e collaboratori di riferimento». Lo ha evidenziato la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina nel corso di una informativa urgente sulla scuola alla Camera. «La disponibilità di uno spazio interno ad uso esclusivo per ogni gruppo di bambini - con i suoi rispettivi giochi ed arredi, opportunamente igienizzati,- comporterà - ha detto ancora Azzolina - la necessaria eventuale riconversione di tutti gli spazi disponibili in spazi distinti e separati per accogliere stabilmente gruppi di apprendimento, relazione e gioco».

«Recovery Fund utile a centralità della scuola: edilizia scolastica primo obiettivo»

«Grazie al lavoro di tutto il Governo e alla tenacia e alla competenza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a cui va il nostro ringraziamento, l'Italia ha oggi a disposizione uno strumento, quale il Recovery Fund, che consente di guardare al futuro del Paese con visione e speranza. Abbiamo l'occasione storica di farlo, rimettendo al centro la scuola». Lo ha affermato alla Camera la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina durante una informativa urgente sulla scuola.

Si tratta, ha aggiunto, «di un'opportunità irripetibile che dovremo saper sfruttare, con la collaborazione di tutti. Dovremo investire nell'edilizia scolastica, per un Piano pluriennale destinato ad ammodernare gli edifici scolastici già esistenti e a costruirne di nuovi, per la creazione di ambienti innovativi di apprendimento».

«Basta con le classi pollaio»

«Lavoreremo per la riduzione del numero di alunni per classe. Basta con le classi sovraffollate, volgarmente dette classi pollaio. Dovrà essere varato un piano di formazione del personale scolastico in grado di assicurare qualità e innovazione». Lo ha chiesto intervenendo alla Camera la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso di una informativa urgente sui problemi della scuola in vista della riapertura a settembre.