Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Calabria » Il ricordo del compagno Andrea Checchetti nelle parole del segretario di FLC CGIL Cosenza

Il ricordo del compagno Andrea Checchetti nelle parole del segretario di FLC CGIL Cosenza

Checchetti era componente del direttivo provinciale di Cosenza e regionale Calabria

23/07/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Ciao Andrea. Grazie di tutto

La tua prematura scomparsa ha lasciato tutti noi sgomenti, increduli, attoniti, tutti a chiedersi cosa fosse successo. Il tam tam delle notizie sulla tua scomparsa ha varcato ogni angolo della nostra città e per quel che riguarda il nostro sindacato anche l’intera regione.

Tu, Andrea sei stato il sindacalista di tutti a partire dal 2010 quando sei entrato a far parte della FLC. Già da allora avevi portato negli organismi quella ventata di freschezza culturale un po’ fuori dagli schemi che contraddistingueva ogni tua azione. Sei stato un grande sindacalista, un grande compagno ed una grande persona che lascia a tutti noi una eredità politica e morale enorme. Nel corso degli anni siamo diventati amici e tra di noi è nata una stima vera, sincera fuori dalla retorica e dentro il perimetro della tutela del lavoro e dei lavoratori.

Il nostro ultimo incontro avvenuto in quel caldo venerdì del 19 luglio, nella mia stanza, in quell’ora è come se avessimo tracciato e ripercorso la nostra vita non solo sindacale, ma anche umana e affettiva .

I tuoi gesti, le tue parole, quell’appuntare sui  fogli  il tuo dire, che rappresentava un tuo profilo ben preciso, a dimostrazione del fatto che le tue argomentazioni non erano mai banali, sempre alla ricerca di trovare il punto di equilibrio tra le varie istanze.

 Anche il concorso a Dirigente Scolastico, superato brillantemente e che il 1 settembre ti avrebbe visto protagonista competente e affidabile nonostante i risvolti giuridici, è stato vissuto da te con lealtà, sicurezza e fiducia nel pronunciamento dei giudici.

E come presidente provinciale di Proteo Fare Sapere, l’anima culturale della Flc, hai saputo tracciare percorsi formativi ,di cui ancora i futuri docenti ricordano le tue apprezzate lezioni, di alto valore pedagogico e professionale.

E che dire dei  tuoi interventi  nei tanti momenti assembleari  sempre lucidi , precisi con una visione sui temi del sociale di rara finezza intellettuale , rimarranno vivi in ognuno di noi anche in futuro. Tu sei stato sempre un sostenitore della missione educativa del sindacato, della difesa dei diritti delle persone e della crescita inclusiva e democratica della società.

Sei stato un instancabile ammiratore della cultura non quella classica e convenzionale ma amavi interloquire con mondi non retorici.

 Ricordo, per  esempio, la presentazione del libro” I Prossimi Umani”, fortemente voluto da te nella sede della Cgil con gli autori del libro e con una grande partecipazione non solo di addetti ai lavori , ma  di tanti cittadini attratti sicuramente dalla non banalità del titolo del libro stesso  a dimostrazione di una tua capacità di guardare il mondo da diverse angolature.

Sei stato un protagonista  appassionato dell’ oggi e lo sarai anche per il domani.Tutto ciò è dimostrato dalle testimonianze di affetto di tutta la Cgil che consideravi una tua seconda casa, la casa dentro cui costruire un protagonismo sociale ed umano. Oggi siamo tutti più soli.

Pino Assalone

Segretario provinciale Flc-Cgil Cosenza