Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Campania » Benevento » Musica nella scuola beneventana: regole uguali per tutti

Musica nella scuola beneventana: regole uguali per tutti

Preoccupazione della FLC CGIL per le innovazioni previste dal MIUR per la musica. Se ne discute in un’assemblea martedì 5 aprile al Liceo Guacci di Benevento.

04/04/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

A cura della FLC CGIL Benevento

Nella prefazione al libro Ri-creazione di Luigi Berlinguer, Giuseppe De Rita ricorda come tanti anni fa un gruppo di ardimentosi chiamato a viale Trastevere a far parte di un comitato di “saggi” per dare idee su come rivedere i programmi della scuola secondaria, ebbe l’occasione per sentire che Luigi partì con un’appassionata perorazione dell’importanza “assoluta” di immettere nei processi formativi l’ascoltare, il fare musica, il fare canto

Tutte queste ragioni restano oggi intatte per comprendere la necessità di vivere sempre più la musica nella scuola, e perché tutti gli attori (amministrazione, dirigenti, docenti, parti sociali, studenti, …) si spendano affinché non ci siano “intoppi” nel funzionamento delle scuole medie ad indirizzo musicale e nei Licei Musicali di nuova istituzione.

Queste le ragioni dell’Assemblea indetta dalla FLC CGIL, martedì 5 aprile 2016 alle ore 15.30, presso l’Aula Magna del Liceo Guacci di Benevento.

Si parlerà dell’offerta formativa che ogni istituzione potrà/dovrà mettere a disposizione con una diversificazione che sia in linea con le richieste del territorio e degli studenti senza inutili duplicazioni, ma con l’obiettivo alto affinché in ogni scuola media della provincia sannita sia attivo almeno un corso ad indirizzo musicale.

Per i licei la situazione è ancora più complicata e diversificata.
L’attivazione dei licei musicali è partita nel 2010, ma non in maniera sistematica: non esistevano le classi di concorso relative ai superiori e sono stati “utilizzati” i docenti delle scuole medie che avessero avuto trascorsi di insegnamento nelle superiori… . Sono stati anni di sperimentazioni in cui non sempre le regole sono state rispettate (quando c’erano…), non sono state uguali su tutto il territorio nazionale ma qualche volta, (spesso…???) non sono state uguali neanche all’interno delle stessa provincia e il contenzioso è stato molte volte un elemento distrattivo rispetto all’obiettivo fondamentale: far ascoltare, far suonare e cantare i ragazzi.

Oggi le classi di concorso per le superiori sono state pubblicate ed è stato pubblicato il concorso da cui far venir fuori la nuova classe docente per queste istituzioni.
Ma chi potrà partecipare a questo concorso?
I docenti di ruolo delle scuole medie, che hanno finora retto con impegno e maestria le sorti di queste istituzioni, non potranno partecipare perché il bando non lo prevede.
Ma non saranno neanche nella condizione, se non in minima parte, per fruire di una mobilità professionale che li faccia transitare dai ruoli della scuola media di primo grado nei rispettivi ruoli della scuola media di secondo grado.

Queste le problematiche che l’assemblea dal titolo “Musica nella scuola beneventana: regole uguali per tutti” affronterà, sotto la guida esperta di Gigi Caramia, che nel centro nazionale della FLC CGIL si occupa proprio di questa materia.

Tag: licei