Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

Home » Notizie dalle Regioni » Campania » Benevento » Università del Sannio: Filippo De Rossi è il nuovo Rettore

Università del Sannio: Filippo De Rossi è il nuovo Rettore

Gli auguri di Franco Tavella, segretario generale CGIL Campania, Rosita Galdiero, segretario generale CGIL Benevento e Vincenzo Delli Veneri, segretario generale FLC CGIL Benevento.

13/07/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

La CGIL Campania, la CGIL e la FLC di Benevento formulano al prof. Filippo de Rossi i più calorosi auguri di buon lavoro.
A lui spetterà guidare l’Ateneo sannita in un momento davvero difficile per il nostro territorio, per il nostro Paese e, in particolare, per il mondo della cultura, dell’istruzione, della formazione della ricerca.
Siamo persuasi che il prof. Filippo de Rossi saprà svolgere questo ruolo con equilibrio, dedizione e competenza. Sarà suo il delicato compito di ricomporre il tessuto istituzionale e umano dell’Ateneo sannita con un attento lavoro politico teso a “unire”, condizione indispensabile per puntare a nuovi successi.
Siamo certi che questo ridarà respiro al nostro Ateneo che avrà le qualità per consentire al nostro territorio ed alle aziende di eccellenza presenti di sviluppare le occasioni di crescita e rilanciare l’occupazione.
Rigettare la recente legislazione sull’università, che tanti danni ha creato agli Atenei italiani, è un chiaro segno di discontinuità, come lo è la richiesta all’intera comunità affinché si riappropri del senso di appartenenza e di responsabilità che hanno determinato il raggiungimento di alti traguardi.
L’Università del Sannio non può funzionare con decisioni verticistiche, e il prof. De Rossi saprà determinare il contributo incondizionato dell’intera comunità; ciò darà ancora più forza al suo programma di governo, da realizzare davvero con il concorso leale di tutti, non in “competizione” ma in “cooperazione”.
Auspichiamo che si facciano, da subito, scelte coraggiose e che queste conducano a valorizzare le “competenze” e non le “appartenenze”, così da consentire alle tante risorse inespresse e pur presenti nel nostro giovane ateneo di lavorare per ridare nuove prospettive e nuove speranze ai nostri territori e ai nostri giovani.
L’accoglienza degli studenti sarà l’obiettivo strategico per far crescere l’Ateneo: didattica, tasse universitarie, orientamento, trasporti, residenze, saranno le leve perché ciò avvenga.

Tag: cgil