Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Emilia Romagna » Ferrara » Precari della scuola: il 15 febbraio presidio a Ferrara per rivendicare il diritto alla stabilizzazione

Precari della scuola: il 15 febbraio presidio a Ferrara per rivendicare il diritto alla stabilizzazione

FLC CGIL, CISL Federazione Scuola Università e Ricerca e UIL Scuola RUA insieme ai lavoratori a partire dalle 16,45 davanti la Prefettura di Ferrara.

12/01/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Da anni maestre e maestri diplomati magistrali, laureati in scienze della formazione primaria, abilitati PAS e TFA e personale ATA fanno funzionare le nostre scuole e formano i nostri bambini.

È inammissibile che migliaia di precari che legittimamente ambiscono all’assunzione in ruolo, diventino preda di promesse elettorali dall’esito incerto e che mettono i lavoratori gli uni contro gli altri. Vogliamo una soluzione politica che coinvolga tutti gli insegnanti abilitati diplomati o laureati, fino al personale ATA, che lavorano nella scuola.

Per questo il 15 febbraio FLC CGIL, CISL Federazione Scuola Università e Ricerca e UIL Scuola RUA saranno i presidio con i lavoratori a Ferrara, a partire dalle ore 16,45 davanti la Prefettura in via Ercole I D’Este.

Una delegazione incontrerà il prefetto per presentare le istanze e illustrare la situazione del personale scolastico precario (docente e ATA) della provincia di Ferrara.

Le richieste sono:

  • il proseguimento del tavolo tecnico aperto con il MIUR per definire una soluzione politica che porti all’assunzione a tempo indeterminato del personale precario;
  • l’abolizione del comma 131 della Legge 107/15 che umilia i lavoratori e penalizza chi supera i 36 mesi di servizio nella scuola.