Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

Home » Notizie dalle Regioni » Emilia Romagna » Reggio Emilia » La FLC Cgil di Reggio Emilia si mobilita per la qualità del servizio scolastico

La FLC Cgil di Reggio Emilia si mobilita per la qualità del servizio scolastico

Appello ai parlamentari di Reggio Emilia e alle istituzioni pubbliche

04/12/2006
Decrease text sizeIncrease  text size

Pubblichiamo la raccolta di firme promossa dalla FLC Cgil di Reggio Emilia tra gli operatori della scuola, gli utenti e i cittadini per richiamare l’attenzione delle istituzioni locali e delle forze politiche sullo stato di difficoltà in cui si trovano le scuole della provincia.

Per le stesse ragioni, pochi giorni fa, un gruppo di Dirigenti e Direttori , ha manifestato davanti al Ministero della Pubblica Istruzione per chiedere a chi ci governa soluzioni concrete per la qualità del servizio scolastico.

La FLC Cgil di Reggio Emilia nella lettera di appello, dati alla mano, fornisce la radiografia puntuale della situazione finanziaria delle scuole statali della provincia.

Ne viene fuori una scuola pubblica in bolletta indebitata con tutti: con il personale supplente a cui può pagare neanche lo stipendio e con i comuni ai quali deve svariate migliaia di euro per la tassa ambientale (ex Tarsu).

A tutto ciò si aggiunge il problema del sistema di chiamata dei supplenti.

In particolare, nella scuola elementare, a causa di questo sistema macchinoso, per le segreterie trovare una maestra in giornata è diventato un vero rompicapo.

La FLC che già in passato aveva denunciato i guasti profondi fatti alla scuola pubblica dalla politica dei tagli, è intervenuta anche recentemente presso il MPI, per chiedere soluzioni urgenti a partire dal reintegro immeditato dei fondi per gli stipendi dei supplenti.

Roma, 4 dicembre 2006

Scarica il testo dell'appello