Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » “Ricercatori determinati”: il report dell’incontro a Sapienza

“Ricercatori determinati”: il report dell’incontro a Sapienza

Resoconto dell'assemblea dei ricercatori, assegnisti e dottorandi dell’Università La Sapienza

03/07/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Martedì 26 Giugno, si è svolta la prima assemblea dei ricercatori, assegnisti e dottorandi dell’Università La Sapienza, avente come obiettivo un’azione collettiva per il superamento delle attuali condizione di precariato di tutti coloro che lavorano o vorranno in futuro lavorare nell’ambito della ricerca universitaria.

L’iniziativa è nata a partire da una riflessione sul cosiddetto decreto “Madia” che intende sanare l’utilizzo del precariato nell’ambito della ricerca italiana, dando la possibilità negli Enti pubblici di ricerca di avviare un percorso di stabilizzazione delle figure precarie. Tale decreto esclude però coloro che con le stesse forme contrattuali svolgono attività di ricerca all’interno delle Università. In questo modo si è di fatto discriminato un intero comparto della ricerca italiana: quello universitario.

Durante l’incontro, svolto tramite il supporto della FLC CGIL Sapienza e ADI Roma, presso la sede sindacale di Sapienza, ci sono stati degli interventi preliminari, utili per inquadrare il tema generale. È stata presentata una prima proposta con le richieste che saranno presentate come base di piattaforma rivendicativa a seguito di opportune integrazioni e modifiche. La proposta presentata vuole essere una base di discussione, integrabile e modificabile da tutti quanti vogliano partecipare all’iniziativa. Momento centrale dell’incontro è stata l’ampia discussione effettuata dai partecipanti che ha visto anche il contributo di una rappresentante dei ricercatori del CNR che negli scorsi mesi hanno portato avanti in tutta Italia vertenze per la stabilizzazione dei precari.

L’assemblea si è conclusa con la volontà di costituire un Coordinamento di Ricercatori Precari di Sapienza e con alcune proposte su come diffondere il più ampiamente possibile la bozza di proposta in modo che tutti gli interessati possano fornire suggerimenti, integrazioni e modifiche prima che diventi la piattaforma delle richieste da presentare alle Istituzioni preposte. Per questo motivo organizzeremo da ora a Settembre momenti di discussione con ricercatori e ricercatrici, assegnisti e dottorandi di ciascun dipartimento del nostro Ateneo e daremo vita a forme di partecipazione e informazione più ampie possibili.

Le novità e le informazioni saranno disponibili sul gruppo facebook Ricercatori Determinati Sapienza nel quale si potranno anche inviare le modifiche e integrazioni sulla bozza di proposta.

Inoltre, vi ricordiamo l’appuntamento settimanale dello Sportello Precari Punto attivo ogni Giovedì dalle 12.00 alle ore 15.00 presso la sede della FLC CGIL Sapienza, ex Palazzina Tuminelli piano -1.

In allegato la piattaforma della campagna Ricercatori Determinati – Perché noi no?

Di seguito il video integrale dell’incontro https://www.facebook.com/flcromaelazio/videos/1982600198425308/