Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » Roma, proclamato lo stato di agitazione del personale dell'Università La Sapienza, Policlinico Umberto I° e Azienda S. Andrea

Roma, proclamato lo stato di agitazione del personale dell'Università La Sapienza, Policlinico Umberto I° e Azienda S. Andrea

Non piace la cosiddetta legge Brunetta e l'ipotesi di "riforma universitaria" contenuta nel disegno di legge Gelmini.

27/03/2010
Decrease text sizeIncrease  text size

Pubblichiamo di seguito il comunicato con il quale FLC CGIL, CISL Federazione Università e CONFSAL Cisapuni hanno proclamano un'iniziativa di mobilitazione del personale dell'Università La Sapienza, Policlinico Umberto I° e Azienda S. Andrea.

Roma, 27 marzo 2010
__________________

Comunicato
FLC CGIL - CISL Federazione Università - CONFSAL Cisapuni

Per dire NO all'applicazione delle norme vessatorie e populiste della cosiddetta Legge Brunetta.
Per contrastare con fermezza l'ipotesi di "riforma universitaria" contenuta nel disegno di legge Gelmini.

Proclamato lo stato di agitazione del personale dell'Università La Sapienza - Policlinico Umberto I° - Azienda S. Andrea

Questa mattina in contemporanea con la seduta del Senato Accademico con all'odg la modifica dello Statuto, si è svolta in P.za della Minerva una partecipata assemblea del personale convocata dalle OO.SS. FLC CGIL, CISL Federazione Università e CONFSAL Cisapuni.

Prima dell'inizio della seduta del Senato Accademico una delegazione delle OO.SS. si è incontrata con il Rettore ottenendo l'apertura di un tavolo di confronto sulla riforma dello Statuto e la riapertura del tavolo di trattativa sul contratto integrativo come richiesto dalle OO.SS. da più di un mese.

Per quanto riguarda la riforma dello Statuto, le OO.SS. hanno avanzato, in particolare, la richiesta di un aumento del peso del personale tecnico-amministrativo nelle elezioni del Rettore e degli organi e di una rappresentanza del personale precario, ricercatore e tecnico-amministrativo, negli organi collegiali, rinviando ulteriori approfondimenti tesi a salvaguardare l'autonomia, la democraticità e la natura pubblica dell'istituzione universitaria ed un approfondimento da tenere già nella giornata di mercoledì 24 p.v.

Il Rettore si è inoltre impegnato a verificare con le OO.SS. le conseguenze per il personale TAB del processo di riorganizzazione successivo alla riforma dello Statuto.

Le OO.SS. hanno richiesto sul tema uno specifico accordo di contrattazione.

Le OO.SS., nel respingere ogni tentativo di applicazione anticipata della Legge Brunetta, hanno richiesto uno specifico accordo che stabilizzi il salario accessorio di tutto il personale attraverso l'ipotesi di un passaggio economico orizzontale ed altre forme possibili di consolidamento dell'attuale trattamento accessorio.

Anche in questo caso si è calendarizzato e rinviato ad un prossimo incontro di trattativa, prendendo atto di una prima apertura dell'amministrazione.

È stata inoltre richiesta l'immediata applicazione dell'accordo di contrattazione integrativa del 23/12/2009 che riguarda i lavoratori universitari del Policlinico Umberto I° e l'analoga applicazione degli accordi relativi alla contrattazione dell' Azienda S. Andrea.

Nel merito dell'accordo integrativo del Policlinico Umberto I°, il Rettore ha dato disponibilità per gli aspetti di propria competenza, è stata quindi inoltrata immediata richiesta di un incontro dal parte delle OO.SS. al D.G. del Policlinico per un definitivo chiarimento.

Al termine dell'assemblea è stato proclamato lo stato di agitazione al fine di verificare, negli incontri successivi, la disponibilità e le aperture manifestate dal Rettore, mantenendo alti i livelli di partecipazione e di mobilitazione di tutto il personale.