Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » Università Roma Tor Vergata: riprende la contrattazione di ateneo

Università Roma Tor Vergata: riprende la contrattazione di ateneo

Nell’incontro del 7 settembre sono stati trattati, tra gli altri, i seguenti temi: welfare aziendale, formazione, lavoro agile, controllo del green pass, contratto integrativo 2020 e rimborsi forfettari, reclutamento del personale TAB.

08/09/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

A cura della FLC CGIL Tor Vergata

Martedì 7 settembre 2021 si è svolto l’incontro tra organizzazioni sindacali, RSU e l’Amministrazione alla presenza del Rettore, del Prorettore Vicario, della Direttrice Generale f.f. Silvia Quattrociocche e dell’Ing. Domenico Genovese Dirigente della Divisione V del Personale.

Le comunicazioni iniziali da parte del Rettore hanno sottolineato con particolare forza la necessità che la nostra comunità universitaria aderisca pienamente e completi il percorso vaccinale anti covid-19 per contrastare la malattia e le sue conseguenze sociali, facendo appello a chi fosse ancora titubante o incerto e non abbia ancora provveduto alla vaccinazione anti covid-19, appello che la FLC CGIL condivide e si impegna a promuovere con i propri mezzi di informazione tra lavoratrici e lavoratori. A tale scopo è stato predisposto per i dipendenti dell’Ateneo un canale preferenziale per la vaccinazione presso il settore di Medicina del Lavoro del PTV, dove è anche possibile scegliere il tipo di vaccino che si intende ricevere.

È stato inoltre comunicato ufficialmente l’incarico di Direttrice Generale facente funzioni alla Dott.ssa Silvia Quattrociocche alla quale, con l’occasione, formuliamo i migliori auguri di buon lavoro.

Il Prorettore Vicario nel suo intervento ha esposto come da parte dell’Amministrazione siano allo studio forme di welfare aziendale per i dipendenti come a esempio un’assicurazione sanitaria estendibile anche ai famigliari.

Quanto al tema della formazione verranno proposti corsi di formazione sulle tecnologie legate allo smart working e piattaforme tecnologiche per tutto il Personale.
Una strategia di promozione dell’Ateneo a livello cittadino prevede anche la realizzazione del prolungamento della metro A fino al campus.

In merito al lavoro agile, in attesa di una norma che lo regolamenti all’interno del nuovo CCNL e di ulteriori determinazioni governative, è intenzione dell’Amministrazione prevedere che a partire dal 27 settembre p.v., il rientro del Personale avvenga con un 20% di smart working teorico lavorativo mensile, orizzontale o verticale, a esempio: 1 giorno lavorativo in s.w. e 4 in presenza a settimana oppure 3 settimane in presenza e una in s.w., fatte salve le disposizioni fin qui adottate per i lavoratori fragili e le misure di sicurezza raccomandate (uso della mascherina, igiene delle mani, distanziamento ecc.).
Riguardo alla contattabilità permane quanto già applicato in precedenza dall’Amministrazione: in un ampio arco temporale giornaliero: 8,30 – 16,30, una fascia di contattabilità di max 5 ore (di cui non più di 3 consecutive) da concordare con il responsabile della propria struttura. Sarà inoltre reintrodotta la possibilità dello smart working fruibile anche parzialmente, vale a dire a ore.

Per quanto riguarda il controllo del green pass (che ricordiamo essere obbligatorio per il Personale delle Università come stabilito dal DL 111/2021), fermo restando che rimangono ancora molte criticità, come evidenziato dalla FLC CGIL nazionale, oltre alle istruzioni specificate nella circolare interna del 2/9/2021 n. 40573, l’Amministrazione ha chiarito che sarà salvaguardata la tutela della privacy del Personale e che gli incaricati al controllo, per i quali è previsto un compenso economico pari a quanto già stabilito per il servizio “vigilanza”, dovranno utilizzare unicamente, attraverso l’app “Verifica19”, l’autenticità e la validità delle certificazioni verdi senza assumere o conservare alcun dato e/o documentazione.
Nei singoli Dipartimenti il Direttore sarà responsabile del controllo del Personale docente e non docente e potrà delegare tale compito a uno o più collaboratori, supportati in caso di necessità dal Personale adibito alla Sicurezza.

Contratto integrativo 2020 e rimborsi forfettari: l’Amministrazione ha comunicato che nei prossimi giorni sarà predisposta la documentazione per procedere alla firma definitiva e conseguentemente sarà emanato il previsto bando PEO, come già stabilito nell’ accordo verbale dello scorso aprile, così come sarà rispettato l’accordo che prevede un rimborso forfettario a favore del Personale a valere delle risorse risparmiate sui buoni pasto e lavoro straordinario.

Reclutamento del Personale TAB: abbiamo preso atto con soddisfazione che l’Amministrazione, nel rispetto degli impegni assunti, man mano che scadono i contratti a tempo determinato, procede alla stabilizzazione del Personale che risulta essere utilmente collocato nelle graduatorie di concorsi a tempo indeterminato.

Nel nostro intervento abbiamo ribadito ancora una volta all’Amministrazione la richiesta (presentata in data 4 marzo u.s. che alleghiamo) in base alla Legge cosiddetta Madia (L. 21 del 26/2/2021), di procedere ad una ricognizione del Personale precario che abbia i requisiti (3 anni di anzianità negli ultimi 8 nella pubblica amministrazione) per essere stabilizzato. A riguardo ricordiamo che la data di maturazione del requisito è stata prorogata al 31 dicembre 2022.

Per quanto riguarda i vari concorsi a tempo indeterminato espletati, abbiamo chiesto lo scorrimento delle graduatorie degli idonei e auspichiamo che ciò avvenga in tempi rapidi considerato che molti degli idonei risultano essere già strutturati e il loro inquadramento alla categoria superiore comporterebbe un utilizzo minimale in termini di punti organico.

Infine abbiamo concordato la programmazione degli incontri periodici per la definizione del CCI 2021:

  • 4° martedì del mese riunione di Contrattazione Integrativa;
  • 1° e 3° martedì del mese riunioni tavolo tecnico.