Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » In Lombardia tagliati 850 posti di docenti

In Lombardia tagliati 850 posti di docenti

Approvata la legge sulla “cattiva” scuola… e gli organici diminuiscono.

11/07/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 9 luglio la Camera ha approvato la legge sulla scuola, dopo l’approvazione forzata con la richiesta della fiducia in Senato. Ma quanto predicato sulle miracolose ricette della legge è smentito da quanto lo stesso Governo ha predisposto in merito agli organici, a partire dalla Legge di stabilità che taglia 2.020 posti di personale amministrativo, tecnico e ausiliario e dalla circolare emanata dal Ministero dell’Istruzione sull’organico di fatto per l’a.s. 2015/2016.

“Nel confronto del 9 luglio con l’Ufficio Scolastico Regionale, si è scoperto che alla Lombardia vengono tagliati 850 posti di personale docente. Ma per soddisfare tutte le esigenze delle scuole lombarde servirebbero almeno 1.000 posti rispetto a quelli che il Ministero ha assegnato, anche per far fronte ad un aumento di 5.500 studenti in più rispetto all’anno scorso”. A dirlo è Tobia Sertori, Segretario Generale FLC CGIL Lombardia.

“Il MIUR – prosegue Sertori – restituisca i posti che spettano alla Lombardia per garantire l’offerta formativa curricolare. Per quanto ci riguarda contrasteremo l’applicazione della Legge con tutti gli strumenti a disposizione, a partire dal rinnovo del CCNL (che il Governo è obbligato a riaprire dopo la sentenza della Corte Costituzionale), dalle vertenze e dai contenziosi che si apriranno nelle scuole, dall’azione dei Collegi docenti,  fino alla verifica di costituzionalità di alcuni contenuti della Legge”.

Tag: organici, tagli