Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Milano » Oggi 22 ottobre, conferenza stampa on line della FLC CGIL Milano

Oggi 22 ottobre, conferenza stampa on line della FLC CGIL Milano

A ciascuno il suo! Il comunicato stampa

22/10/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Con due maxi-convocazioni, del 19 ottobre sui posti residui di Sostegno di Infanzia, Secondaria di 1 e 2 grado e di oggi 21 ottobre sui posti comuni residui di Infanzia e Primaria, dalle GPS con oltre 20mila precari coinvolti per coprire oltre un migliaio di posti residui, all’UST di Milano sperano di farcela e chiudere così, ad un mese e mezzo dalla riapertura delle scuole, il lungo corso delle convocazioni e delle nomine dalle GPS.
Il Provveditore ha dichiarato che “non passerà la palla ai dirigenti scolastici per non gravare ulteriormente sulle scuole”. Peccato che sia un suo preciso obbligo quello di coprire tutti i posti e gli spezzoni di durata annuale, fino all’esaurimento delle graduatorie provinciali. Quest’anno ad imporgli l’operazione a graduatorie incrociate è la stessa OM 60/20 sulle GPS. Non ci pare questo l’esempio più calzante per dimostrare che “è così che si agisce di fronte all’emergenza: collaborazione, buonsenso, spirito di squadra. Non attacchi, non polemiche strumentali” come viene dichiarato alla stampa. Avendo la FLC-CGIL di Milano, assieme ad altri sindacati, diffidato il Provveditore Bussetti per i ritardi e la lacunosa organizzazione delle supplenze, respingiamo in maniera ferma e risoluta ogni mistificazione e stravolgimento della realtà. Non c’è mai stata da parte nostra e delle OO.SS. alcuna mancanza di collaborazione anzi abbiamo sempre dato il nostro contributo nella compilazione delle domande prima, nella segnalazione di centinaia di errori dopo, nonché a supportare i lavoratrici e lavoratori durante le convocazioni che non essendo, per la prima volta, in presenza, erano di fatto svolte al buio e senza alcuna possibilità di chiarire come si procedeva nel conferimento delle nomine! Abbiamo duramente criticato la Ministra Azzolina per i tempi ristretti previsti per la presentazione delle domande relative alle GPS e quelli ancor più brevi per la valutazione e la pubblicazione delle graduatorie. Per l’altissima concentrazione di domande su Milano con 112mila posizioni da valutare, - c’era da aspettarselo!-, bisognava programmare per tempo, appena pubblicata l’OM 60, strumenti e modalità organizzative all’altezza della sfida che si aveva di fronte. Si è invece perso del tempo prezioso, tra luglio e agosto, sottovalutando l’impatto che una piattaforma improvvisata all’ultimo momento, come quella sulle GPS, avrebbe avuto al termine della procedura e senza considerare che l’organico degli uffici dell’AT Milano da tempo è stato pesantemente tagliato e non avrebbe potuto affrontare questa impresa con le sue sole forze mettendo con ogni probabilità a rischio la salute stessa di impiegati e funzionari. A fronte delle proteste dei docenti precari, delle famiglie e dei dirigenti scolastici, lasciati soli e privi di ogni indicazione operativa, con migliaia di cattedre vuote, abbiamo deciso assieme ad altri sindacati di diffidare il Provveditore per la sua parte di responsabilità e per essersi mosso troppo tardivamente. E’ noto il mare di errori ed anomalie ancora presenti anche nella ripubblicazione delle GPS del 23 settembre, e che gli stessi avrebbero danneggiato centinaia e centinaia di precari oltre che leso il diritto allo studio. A quasi due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, non possiamo però accettare che siano ribaltati fatti e responsabilità mentre le scuole attendono ancora la copertura di molti posti vacanti. Il buonsenso e la collaborazione l’abbiamo sempre dimostrata e ce li saremmo aspettati anche dalla controparte. Invece, con relazioni sindacali ridotte ormai a lumicino, ha fatto seguito un lungo black-out nelle relazioni sindacali che ha colpito i firmatari della diffida e la FLC-CGIL in particolare, lasciandoci privi di risposte, nonostante i ripetuti impegni, assunti in prima persona dallo stesso Provveditore. Ognuno si assuma le proprie responsabilità di fronte all’opinione pubblica. Perciò è ora di dire basta alle mistificazioni, alle bugie e alle polemiche sterili e inutili! La scuola ha bisogno di ben altro!

Conferenza stampa oggi domani 22 ottobre alle ore 11,00 per accreditarsi scrivere a jessica.merli@cgil.lombardia.it o al 347 9252687