Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Revocata la delibera discriminatoria del Comune di Cenate Sotto (BG)

Revocata la delibera discriminatoria del Comune di Cenate Sotto (BG)

La revoca arriva dopo la diffida al Comune fatta dalla FLC CGIL Lombardia, insieme ai genitori e all’associazione SaltaMuri.

17/01/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

A cura della FLC CGIL Lombardia

 

Il Commissario Prefettizio del Comune di Cenate Sotto (Bergamo) ha revocato la delibera della Giunta Comunale che impediva agli alunni della scuola primaria non residenti di accedere ai servizi di trasporto e della mensa scolastica.

Un provvedimento amministrativo che avevamo denunciato come palesemente illegittimo, di disparità di trattamento, discriminatorio e lesivo degli interessi dei minori e delle loro famiglie.

La FLC CGIL Lombardia, insieme all’associazione SaltaMuri e ai genitori degli alunni esclusi dal servizio, aveva presentato una diffida al Sindaco del Comune di Cenate Sotto.

Il Sindaco, comprese le motivazioni della diffida, aveva proposto la revoca della delibera ma si è trovato di fronte all’opposizione della sua maggioranza decidendo, di conseguenza, di dimettersi. Si è così insediato il Commissario Prefettizio.

Il Commissario Prefettizio ha riconosciuto la non legittimità della delibera e il ripristino dei diritti e delle regole democratiche.

Un’azione e una battaglia che ha visto la FLC CGIL, la scuola e i genitori uniti nel contrastare scelte antidemocratiche e discriminatorie, a difesa dei valori e dei di principi garantiti dalla Costituzione.