Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Marche » Marche: mobilitazioni in tutte le università

Marche: mobilitazioni in tutte le università

Cresce il fermento nelle università

31/10/2008
Decrease text sizeIncrease  text size

Dopo la scuola e la straordinaria partecipazione allo sciopero e alla manifestazione di Roma e alle numerose manifestazioni locali che si sono svolte in tantissime città marchigiane, come Ancona, Jesi, Senigallia, Ascoli Piceno, S. Benedetto del Tronto, Pesaro, Fano, cresce il fermento in tutte le università marchigiane dove ormai da giorni si stanno svolgendo lezioni in piazza, assemblee, cortei, sit-in.

Dall’Ateneo di Ancona a quello di Urbino dove il 28 ottobre a Urbino in piazza della Repubblica (v. foto), si è tenuta una grande assemblea promossa dagli studenti e dalle Organizzazioni Sindacali, FLC-CGIL e Cisl Università.

La presenza di tanti studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico-amministrativo confermano la grande attenzione di tutti nella difesa e promozione del valore pubblico dell’università, della ricerca e della scuola.

Anche il Rettore, Giovanni Bogliolo, ha preso la parola dal palco parlando con preoccupazione per le misure adottate con la Legge 133/08, che minano profondamente il futuro delle Università pubbliche italiane e rischiano di vanificare il processo di risanamento e rilancio efficacemente avviato dall’Ateneo urbinate.

Mobilitazione permanente con assemblee, sit-in, manifestazioni di studenti, ricercatori, lavoratori precari anche all’Università di Macerata dove è in programma un’assemblea degli studenti e di tutto il personale, docente e tecnico-amministrativo per il 4 novembre alla quale parteciperà anche Marco Broccati della Segreteria Nazionale della FLC-Cgil.

Iniziativa analoga anche all’ Università di Camerino nella stessa giornata.

Prevista, per il 5 novembre ad Ancona una manifestazione regionale degli studenti universitari.

Roma, 31 ottobre 2008