Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Puglia » Formazione professionale, crisi Enaip Puglia

Formazione professionale, crisi Enaip Puglia

Le proposte della FLC CGIL per i lavoratori.

20/07/2011
Decrease text sizeIncrease  text size

A cura di FLC CGIL Puglia

Il rischio del licenziamento collettivo dei lavoratori dell’Enaip Puglia a causa della profonda crisi finanziaria dell’Ente costituisce una drammatica prospettiva, in una Regione già così pesantemente colpita dalla crisi economica e occupazionale.

Ciò in ragione del numero di dipendenti del più grande Ente di formazione storico della Puglia.  Solo i lavoratori a tempo indeterminato sono attualmente 288.  Di questi 125 sono impegnati nelle sedi dove si svolgono attività formative,  gli altri 163 sono impegnati presso i Centri per l’Impiego provinciali, in forza di convenzioni che le Province stipulano annualmente con lo stesso Ente.

La crisi dell’Enaip ha probabilmente radici lontane, considerato che già nell’aprile 2009, l’Ente i Sindacati di categoria hanno avviato una lunga trattativa che poi ha portato alla cassa integrazione per molti lavoratori di quelli impegnati nelle sedi formative.

Ma evidentemente ciò non è bastato, visto che l’Enaip ha comunicato in una riunione dello scorso 29 giugno ai Sindacati che, a fronte di una consistente situazione debitoria (anche verso i dipendenti, molti dei quali non percepiscono da circa 10 mesi lo stipendio) la prospettiva del licenziamento collettivo si prospettava come inevitabile.

Da ciò si è avviato un confronto tra le parti in sede di Task Force regionale sull’occupazione, presieduta dal Dott. Davide Pellegrino, la quale in questo ultimo mese si è riunita più volte per affrontare la crisi dell’Enaip e provare ad individuare soluzioni condivise per la tutela dei lavoratori.

La FLC Cgil Puglia, ha accompagnato l’attività della Task Force con proposte di merito, documentate, che tenessero conto anche della differente situazione lavorativa dei dipendenti:

  1. costituzione di Agenzie formative provinciali nelle quali trasferire il personale impegnato nei CPI (Legge regionale n.15 art.9) ovvero
  2. trasferimento immediato dei formatori dipendenti di Enti in crisi quale l’ENAIP, presso ENTI ACCREDITATI PER L’ALTA FORMAZIONE, in grado di offrire solida situazione finanziaria;
  3. processo di riqualificazione per il personale amministrativo;
  4. forme incentivate di uscita anticipata dal settore.

Purtroppo, ad oggi, non si è mai riusciti ad entrare nel merito di alcuna proposta, visto l’atteggiamento dei vertici Enaip che si sono limitati a denunciare piuttosto una situazione ‘creditoria’ verso le Istituzioni pubbliche (Regione, Province).  Ma la gravità della situazione è emersa nell’ultimo incontro della Task Force regionale sull’occupazione, tanto che alcune Province hanno minacciato di sospendere la convenzione con l’Ente, in base alla quale vengono utilizzati nei Centri per l’Impiego 230 dipendenti.

Per questo la FLC CGIL Puglia ha indetto una serie di iniziative:

oggi 20 luglio le FLC CGIL provinciali sono impegnate in presidi presso le Amministrazioni provinciali con l’obiettivo di annunciare ai Presidenti e agli Assessori al Lavoro e alla Formazione Professionale i sit-in programmati per il prossimo venerdì 22 luglio e chiedere un incontro finalizzato ad illustrare le proposte del Sindacato e chiedere l’impegno degli Amministratori a convenire in sede di Task Force regionale su soluzioni condivise per i lavoratori dei Centri per l’Impiego;

tale iniziativa è anticipata a domani, giovedì 21 luglio, per Bari, in quanto la Giunta provinciale si riunirà nel pomeriggio con all’O.d.G. la sospensione della convenzione con l’Enaip per l’utilizzo dei formatori (65 unità) presso i Centri per l’Impiego; sciopero di una giornata per mercoledì 27 luglio p.v. di tutti i lavoratori dell’Ente con manifestazione presso la sede regionale dell’Enaip, per chiedere allo stesso di consentire senza altro indugio di aprire formalmente la crisi, dando piena contezza della situazione finanziaria, senza centellinare le informazioni come avvenuto finora e consentire di affrontare nel merito le soluzioni per i lavoratori tutti, compresa la garanzia di recupero dei crediti pregressi da parte dei lavoratori (stipendi e contributi).

Nel frattempo è giunta, da parte degli Assessori regionali Sasso e Gentile, la convocazione dei Sindacati e della Task Force regionale sulla crisi Enaip, per venerdì 22 luglio alle ore 13,00, presso l’Assessorato al Lavoro.  In detta riunione la FLC Cgil Puglia ribadirà le sue proposte auspicando un accordo tra le parti innanzitutto a salvaguardia degli interessi dei lavoratori.