Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Umbria » Organico ATA: ancora tagli in Umbria

Organico ATA: ancora tagli in Umbria

Incontro all'Ufficio Scolastico Provinciale il 7 maggio 2008

09/05/2008
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 7 maggio la USR ha comunicato ai sindacati il nuovo taglio di 20 posti, operato dal Ministero P.I. agli organici ATA della regione Umbria pur in presenza di un aumento di 274 alunni a Terni e 1.298 a Perugia.

Il solito “giochetto “dei tetti regionali farà scattare però un taglio di gran lunga più pesante, infatti , pur non essendo variate le tabelle di calcolo degli organici rispetto al precedente anno scolastico, il risultato finale sarà di ben 85 posti in meno.

La ripartizione dei posti concessi dal ministero sarà la seguente:
A Perugia, a fronte di 85.951 alunni iscritti le scuole hanno chiesto 3168 posti ATA, ma l’amministrazione ne assegnerà solo 3124 (44 posti in meno)

A Terni, a fronte di 27.528 alunni iscritti le scuole hanno richiesto 989 posti ATA, ma l’amministrazione ne assegnerà solo 948 (41 posti in meno)

La FLC CGIL PROTESTA

perché gli organici ATA in Umbria erano già ben al di sotto dei posti previsti dall’applicazione delle tabelle di calcolo ministeriali e il taglio di altri 20 posti peggiora ulteriormente la situazione della funzionalità dei servizi nelle scuole:

  • Il maggiore decentramento e le sempre più numerose deleghe amministrative corrispondono a tagli di posti .

  • Dovremo rinunciare alla presenza di collaboratori scolastici in alcuni orari o sedi di scuole dove oggi si garantisce la presenza solo con il ricorso alla flessibilità oraria, ai turni e agli straordinari.

  • Non si assicurerà la presenza dei tecnici nei numerosi laboratori sempre più presenti in tutte le scuole.

Roma, 9 maggio 2008
Tag: organici, tagli