Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Ricerca » All'INAIL il confronto tra i precari e la FLC CGIL sui temi del precariato

All'INAIL il confronto tra i precari e la FLC CGIL sui temi del precariato

L'esito dell'assemblea del 26 ottobre. In attesa di incontrare il Direttore Generale.

27/10/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

Nel corso dell’Assemblea che si è tenuta il 26 ottobre, aperta a tutto il personale precario, convocata dalla FLC CGIL in vista del prossimo incontro col Direttore Generale, i lavoratori precari, dopo ampia ed approfondita discussione sull’attuale condizione lavorativa e contrattuale e, alla luce dell’imminente scadenza contrattuale del 31 dicembre 2015, hanno convenuto di:

  • invitare i Sindacati a promuovere e a sostenere in tutte le sedi l’Emendamento da inserire nella Legge di Stabilità per la trasformazione dei 418 co.co.co. a tempo determinato mettendo in campo anche iniziative di mobilitazione esterna;
  • chiedere la convocazione di un’assemblea dei lavoratori precari durante l’incontro del 29 ottobre con il Direttore Generale  in modo da definire la delegazione dei precari da portare in delegazione, in aggiunta alle delegazioni ordinarie dei sindacati, e discutere immediatamente dell’esito dell’incontro.

Infine, i lavoratori precari hanno espresso la convinzione che questo è il momento di intervenire in modo efficace nella Legge di Stabilità e che l’INAIL ha comunque il potere politico, la responsabilità  e le potenzialità per affrontare la trasformazione a tempo determinato del personale precario  dell'Istituto,   sulla base delle attività del PAR e del PIT del prossimo triennio, del comma 188 e dei finanziamenti propri dell’Istituto, anche prevedendo l'attivazione di tavoli di concertazione con Funzione Pubblica e parti sociali. Il testo è stato approvato all'unanimità.

E' questo il momento di far convergere tutte le forze e le energie per mettere in campo iniziative che vadano verso la trasformazione dei 418 co.co.co. in contratti a tempo determinato.

E' una partita tutta da giocare, oggi più che mai, nei confronti della politica e del Governo e tutti gli attori devono fare la loro parte e la FLC CGIL è uno di questi e si farà carico di difendere la dignità dei lavoratori precari nella difesa dei loro interessi,  per migliorare la loro condizione lavorativa e professionale anche in difesa delle attività di ricerca dell'Istituto.

Altre notizie da: