Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Ricerca » Ancora lontani i contratti Università e Ricerca Comunicato unitario

Ancora lontani i contratti Università e Ricerca Comunicato unitario

Il 31 gennaio, si è svolto un presidio, in occasione dello sciopero regionale del Lazio, sotto il Dipartimento della Funzione Pubblica.

01/02/2002
Decrease text sizeIncrease  text size

CGIL SNUR

CISL RICERCA

UIL PA-UR

CISL UNIVERSITA’

Il 31 gennaio, si è svolto un presidio, in occasione dello sciopero regionale del Lazio, sotto il Dipartimento della Funzione Pubblica; una delegazione di lavoratori è stata ricevuta dal responsabile per le relazioni sindacali cui ha chiesto notizie chiare e certe sui tempi di conclusione del contratto ricerca e sulle risorse aggiuntive necessarie per il 2° biennio del contratto università e i tempi per la ripresa delle trattative, chiedendo quindi l'impegno del Ministro a sollecitare l'ARAN.

Il responsabile delle relazioni sindacali ha sostenuto che l'Aran non ha ancora inviato alla Corte dei Conti la documentazione richiesta nel momento della non approvazione del contratto ricerca perché mancherebbe il documento di ratifica del tesoro dei fondi stanziati in finanziaria, documento che sarebbe in ritardo per impedimenti interni al ministero stesso. Contemporaneamente ha garantito l'interessamento del Ministro sia per una rapida conclusione del contratto ricerca che del contratto università.

La delegazione ha richiesto la sottoscrizione definitiva del contratto ricerca anche con riserva e quindi senza attendere il perfezionamento dell'iter ottenendo una risposta interlocutoria.

Questa situazione non è più accettabile poiché le notizie che pervengono da ogni soggetto istituzionale sono assolutamente contraddittorie.

Per quanto riguarda la contrattazione per l'Università la delegazione ha sostenuto l'urgenza di riaprire le trattative soprattutto per quelle norme riguardanti le facoltà di medicina e i collaboratori ed esperti linguistici che erano state rinviate e che richiedono una contrattazione né semplice né breve, e quindi la necessità che il Ministro prema per ottenere le risorse aggiuntive e garantire una rapida convocazione da parte dell'Aran

Le confederazioni Cgil, Cisl e Uil nel contesto degli incontri che si stanno svolgendo per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego, porranno il problema della chiusura preventiva dei contratti non ancora rinnovati

Riteniamo indispensabile che i lavoratori e le lavoratrici della ricerca e dell'università si mobilitino anche arrivando all'occupazione delle presidenze degli Enti e dei Rettorati ed inviando fax e telegrammi ai Ministri del Tesoro, della Funzione Pubblica dell'Università e Ricerca .

Le segreterie nazionali stanno concordando ulteriori forme unitarie di mobilitazione.

CGIL SNUR

CISL RICERCA

UIL PA-UR

CISL UNIVERSITA’

Roma, 1 febbraio 2002