Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Ricerca » CNR:Comunicato: regolamenti, rinnovo contrattuale, reperimento esperti in gestione progettuale

CNR:Comunicato: regolamenti, rinnovo contrattuale, reperimento esperti in gestione progettuale

La settimana scorsa la CGIL ha appreso dell’imminente trasferimento dell’archivio del personale CNR all’esterno della sede centrale, il cui avvio era previsto per il giorno lunedì 18

26/04/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

La settimana scorsa la CGIL ha appreso dell’imminente trasferimento dell’archivio del personale CNR all’esterno della sede centrale, il cui avvio era previsto per il giorno lunedì 18. Non avendo ricevuto informazione a riguardo, venerdì 15 la CGIL ha chiesto al Direttore Generale la consegna della documentazione relativa e un incontro urgente. Il testo della richiesta è riportato in calce.

A seguito della richiesta, lo spostamento previsto è stato rinviato e le organizzazioni sindacali sono state convocate ad un incontro che s’è tenuto ieri, 19 aprile. Il confronto ha registrato l’indisponibilità dell’Amministrazione a prendere in considerazione soluzioni alternative, nonostante le proposte di parte sindacale. Come s’evince dal verbale di mancato accordo, anch’esso riportato in calce, l’Amministrazione s’è comunque impegnata a:

- - effettuare una verifica della funzionalità della soluzione individuata trascorsi sei mesi dallo spostamento dell’archivio;

- - confrontarsi con le organizzazioni sindacali in merito agli atti di disciplina dell’accesso all’archivio;

- - garantire appositi corsi di formazione al personale assegnato all’ufficio di collegamento con la ditta incaricata della gestione e manutenzione dell’archivio.

Lo spostamento dell’archivio del personale è connesso al cambiamento di sede d’alcuni Istituti e servizi dell’Ente nell’area romana. In particolare, i locali che ospitano l’archivio del personale sono destinati ad ospitare i dipendenti dei Servizi V e VI del DSTS, attualmente ubicati presso i locali di via S. Martino della Battaglia. Questi, a loro volta, sono destinati ad accogliere temporaneamente parte del personale operante negli Istituti siti nel complesso di v.le Marx. Avendo deciso di disdire il contratto di locazione dell’ultimo immobile, l’Amministrazione ha l’esigenza di completare tutti gli spostamenti entro la metà del mese prossimo.

La CGIL esprime perplessità in merito alle modalità di gestione dell’intera operazione. In particolare, nonostante la decisione d’abbandonare il complesso di viale Marx sia stata presa nello scorso mese d’ottobre, le sedi di destinazione delle strutture locate nel complesso di viale Marx sono state comunicate formalmente agli istituti soltanto la scorsa settimana. La RSU di Roma e le organizzazioni sindacali territoriali, che lo scorso 15 marzo avevano convenuto con l’Amministrazione di “istituire con effetto immediato tre gruppi tecnici di lavoro composti da RSU, OO.SS. e Amministrazione riguardanti Sicurezza e Prevenzione (legge 626), servizi sociali da attivare, indennità e situazioni personali”, hanno incontrato non poche difficoltà nell’ottenere dall’Amministrazione le informazioni necessarie per poter operare. Sono tutti sintomi della difficoltà d’assicurare una gestione coerente con la ristrettezza dei tempi e rispettosa delle esigenze lavorative dei dipendenti e del sistema di relazioni sindacali stabilito contrattualmente.

Ulteriori perplessità sono legate al fatto che il provvedimento rappresenta, di fatto, l’esternalizzazione di un’attività con riflessi sull’organizzazione del lavoro che, seppur apparentemente limitate, possono comunque avere conseguenze negative soprattutto se gestite in un quadro scorretto di relazioni sindacali.

Riguardo le possibili ricadute livelli occupazionali degli addetti ai servizi d’igiene ambientale, in data odierna la CGIL ha provveduto a sollecitare l’Amministrazione inviando la seguente richiesta al Direttore Generale:

“Signor Direttore Generale,

la scrivente organizzazione sindacale, rilevato che il confronto sinora intercorso con l'Amministrazione dell'Ente in merito ai cambiamenti di sede degli Istituti siti presso il complesso di viale Marx non ha ancora risolto le problematiche relative al personale addetto ai servizi d'igiene ambientale, sollecita un confronto finalizzato a verificare le modalità di mantenimento dei livelli occupazionali per i dipendenti delle ditte che attualmente gestiscono detti servizi.”

p. il Coordinamento Nazionale CNR

Salvatore Merlo

p. la Segreteria FLC CGIL di Roma e del Lazio

Carlo Postiglione

Richiesta d’incontro

“Signor Direttore Generale,

la scrivente organizzazione sindacale ha appreso che, a seguito di un Suo provvedimento, sarebbe stato disposto il trasferimento dell'archivio del personale presso sedi esterne alla sede di p.le Aldo Moro. La decisione avviene, tra l'altro, nell'imminenza del cambiamento di sede dei dipendenti che operano presso gli istituti dislocati nell'immobile di viale Marx e coinvolge, conseguentemente, i Servizi V e VI del DSTS, attualmente ospitati presso i locali di via S. Martino della Battaglia.

Tali operazioni presentano delle difformità rispetto a quanto è stato oggetto di concertazione con la RSU di Roma e con le organizzazioni sindacali territoriali: a quanto ci risulta, nessuno degli adempimenti concordati in fase di concertazione è stato ad oggi attuato per i locali che attualmente ospitano l'archivio. Ci stupisce, quindi, apprendere che, senza aver reso alcuna comunicazione ai componenti dei gruppi tecnici istituiti in sede di concertazione, un Suo provvedimento operativo disponga il trasferimento dell'archivio già a partire da lunedì 18 aprile.

Sottolineiamo inoltre come le organizzazioni sindacali non abbiano ricevuto adeguata informazione in merito ai contenuti del contratto stipulato con l'impresa che curerà l'informatizzazione dell'archivio stesso, con particolare riferimento alle modalità di gestione e mantenimento di documenti che, tra l'altro, richiedono attenzione in relazione ai dati sensibili dei dipendenti.

Infine, non conosciamo nulla circa le misure che l'Ente intende adottare per garantire la professionalità dei dipendenti interessati.

Chiediamo, in quanto organizzazione sindacale titolare dei diritti d'informazione sugli atti di gestione, l'acquisizione della documentazione relativa agli accordi stipulati con l'impresa che eseguirà il trasferimento e un incontro urgente in merito.”

Verbale di mancato accordo

Il CNR e le OO. SS. CGIL, CISL e UIL si sono incontrati al fine di raggiungere un accordo in merito all’utilizzo del personale del DSTS – Servizio VI destinato al mantenimento e gestione dell’Archivio del personale, a seguito dello spostamento dell’archivio steso dai locali siti in p.le Aldo Moro ai locali della ditta SEDIIN dove verrà conservato e aggiornato informaticamente nel rispetto delle norme derivanti dalla L. 196/2003. Rispetto a tale soluzione vengono espresse opinioni diverse da parte delle OO. SS. firmatarie del presente documento, tese a conservare l’archivio con le attuali modalità di gestione e manutenzione nei locali CNR di via dei Taurini.

Tale proposta non garantisce, a parere dell’Amministrazione, tempi di esecuzione in linea con quelli necessari ad assicurare la liberazione dei locali oggi occupati dai fascicoli costituenti l’archivio e destinati ad ospitare altri dipendenti del Servizio VI del DSTS, né ad ottemperare alle esigenze di informatizzazione dell’archivio stesso che verrebbe invece ottenuta con la soluzione proposta dall’Amministrazione.

Premesso quanto sopra l’Amministrazione dichiara che la collocazione prevista può essere considerata anche temporanea a valle di una verifica effettuata dopo un periodo di sei mesi, tesa a valutare la positività della soluzione proposta.

Dichiara altresì che entro sette giorni dall’inizio delle operazioni di spostamento dell’archivio verranno emanati, sentite le OO. SS., a cura dell’Amministrazione, appositi regolamenti per definire le procedure di immissione dei documenti nei fascicoli, i meccanismi di consultazione degli stessi e quanto altro necessario per rendere l’archivio a norma nel rispetto dei presupposti di legge (L. 196/2003).

Si impegna inoltre a garantire al personale assegnato all’ufficio di collegamento con la ditta SEDIIN, incaricata della gestione e manutenzione dell’archivio, appositi corsi di formazione.

La CGIL-FLC, nettamente contraria alla posizione dell’Amministrazione CNR di procedere al trasferimento all’esterno della sede centrale, prende atto con rammarico dell’indisponibilità dell’Amministrazione a prendere in esame possibili soluzioni alternative.

Pertanto, si riserva di formulare ulteriori osservazioni e di valutare possibili iniziative con le OO.SS. CISL e UIL di categoria.

Altre notizie da: