Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Ricerca » CNR, confronto con la presidente Carrozza: buona la prima ma c'è ancora molto da fare

CNR, confronto con la presidente Carrozza: buona la prima ma c'è ancora molto da fare

L’incontro a seguito della ripresa dello stato di agitazione dell’Ente

14/07/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

A seguito della ripresa dello stato di agitazione, l’8 luglio si è finalmente tenuto il confronto tra le organizzazioni sindacali e la Presidente prof.ssa Carrozza sul tema del precariato e del completamento delle procedure di stabilizzazione secondo Dlgs.75/2017 e s.m.i. All’incontro, per il CNR hanno partecipato anche il Direttore Generale ff., dott. G. Brignone, e la Direttrice Centrale della Gestione delle Risorse, Dott.ssa A. Gabrielli.

La FLC CGIL ha manifestato con forza alla Presidente l’esigenza, non più rinviabile, di provvedere nel più breve tempo possibile al completamento delle procedure di stabilizzazione per l’assunzione delle lavoratrici e lavoratori inseriti nelle procedure di stabilizzazione sia perché idonei nei bandi riservati emanati per attuare l’art. 20 C.2 del D,Lgs 75/17 e dei C. 1 NP che hanno aderito alla manifestazione di interesse a suo tempo avviata dall’Ente. La FLC CGIL ha altresì chiesto di avviare le nuove procedure di stabilizzazione che tengano conto anche di coloro che hanno maturato i requisiti successivamente al 31 dicembre 2017 a seguito delle modifiche legislative intervenute che differiscono tale termine al 31 dicembre 2021.

La FLC CGIL, ha sottolineato ancora una volta, come il riconoscimento del diritto alla stabilizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori, che ormai da troppi anni sono in attesa di un futuro lavorativo stabile, sia per l’Ente un imperativo. Il CNR finora è stato di fatto l’unico Ente che ha applicato le norme nella maniera più aderente allo spirito della legge; la FLC CGIL auspica che la nomina della prof.ssa Carrozza non interrompa il trend, ha chiesto un segnale forte e una presa di posizione chiara anche nei confronti del Ministero, affinché ogni ostacolo che si frapponga al completamento del percorso di stabilizzazione venga rimosso.

La Presidente ha illustrato la situazione, non rosea, del bilancio dell’Ente. Nessuna novità è emersa rispetto al Decreto MUR, ancora al vaglio della Corte dei Conti, di riparto dei 25 milioni previsti in legge di bilancio e vincolati al completamento del processo di stabilizzazione dei precari negli Enti vigilati dal MUR. La Presidente ha dichiarato di voler utilizzare senza indugi tutte le risorse vincolate al processo di stabilizzazione, ma ha anche evidenziato lo scarso spazio di manovra dell’Ente rispetto alla disponibilità di ulteriori risorse. Si è tuttavia impegnata a reperire e far confluire nell’Ente ulteriori risorse.

La FLC CGIL ha sottolineato il trend assolutamente negativo del FOE CNR da oltre 20 anni, ha chiesto con forza alla presidente di farsi parte attiva per superare tali criticità e rappresentare sia alla ministra Messa sia al governo le difficoltà finanziarie dell’Ente e più in generale della Ricerca pubblica italiana. La FLC CGIL con determinazione, continuerà a mettere in campo tutte le azioni di mobilitazione necessarie e opportune sia nei confronti del CNR, sia nei confronti del MUR sia del mondo politico, affinché il processo di stabilizzazione veda il suo positivo completamento nel più breve tempo possibile. 

La FLC CGIL, ha rappresentato alla presidente che oltre al tema “precariato” ci sono altri argomenti, da affrontare, urgenti e non più rinviabili, in particolare la valorizzazione del personale. La presidente si è impegnata a fissare a breve la data per un altro incontro con le organizzazioni sindacali.

L’amministrazione ha poi informato le organizzazioni sindacali relativamente ad alcune procedure in corso.

Erogazione indennità responsabilità ai RSS, entro luglio sarà deliberato dal CdA l’erogazione dell’Indennità.

  • Utilizzo graduatorie dei bandi 368.xx, a breve sarà attuata la delibera già approvata dal CdA il 30 settembre 2020, per la compensazione dell’ultimo blocco di scorrimenti C2 assunti lo scorso 30 luglio 2020, che prevede l’immissione in ruolo di 70 giovani ricercatori e programmata a fine ottobre.

Art. 22 C.15 del D.Lgs 75/17, sottoinquadramento, finalmente entro il mese di luglio l’Ente provvederà a predisporre la mappatura mentre a settembre saranno emanati i bandi di concorso;

Ex art. 52 CCNL 1998-01, mobilità di profilo a parità di livello, entro luglio la commissione nominata per assegnare i profili tecnici concluderà i lavori.

Altre notizie da: