Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Ricerca » CNR: dal 1° settembre Giuseppe Colpani è direttore

CNR: dal 1° settembre Giuseppe Colpani è direttore

L’augurio della FLC CGIL

01/09/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 21 luglio scorso il CdA CNR su proposta della Presidente prof.ssa Carrozza ha deliberato la nomina del dr. Giuseppe Colpani nuovo Direttore Generale del CNR.

La FLC CGIL ringrazia e saluta il dr. Giambattista Brignone per il lavoro svolto come Direttore Generale del CNR, in un periodo particolarmente complesso a causa della pandemia e delle insufficienti risorse pubbliche assegnate al CNR, e per i vivaci e schietti confronti che ha sempre tenuto con il sindacato. 

Il primo settembre il nuovo DG varcherà ufficialmente la porta del CNR per ricoprire un ruolo delicato e impegnativo in un contesto particolarmente critico. La FLC CGIL dà il benvenuto e augura al neo DG buon lavoro.

Il CNR, che tra tutti gli EPR, è l’Ente che ha subito i tagli più consistenti del FOE, sta vivendo notevoli criticità che il nuovo DG dovrà da subito affrontare. La FLC CGIL ci sarà e sarà sempre disponibile al confronto costruttivo, basato sul rispetto dei ruoli, nell’esclusivo interesse delle lavoratrici e lavoratori dell’Ente precari e non.

La FLC CGIL auspica che l’inserimento del DG nella vita dell’Ente sia veloce e che al più presto siano calendarizzati i Tavoli di confronto con le organizzazione sindacali su specifici temi. Tra le priorità che il nuovo DG dovrà affrontare, alcune rivestono un carattere di particolare urgenza.

  • Completamento della procedura di stabilizzazione ai sensi del D.lgs. 75/17 art. 20 C1 e C.2. In particolare è necessario procedere con l’assunzione dei 338 precari risultati idonei nei bandi speciali attuativi dell’art. 20 C.2 nonché dei 58 precari che hanno manifestato l’interesse alla stabilizzazione rispondendo alla procedura indetta dal CNR per stabilizzare i C.1NP. I suddetti lavoratori e lavoratrici che di precario hanno solo il contratto DEVONO essere stabilizzati entro il 31 dicembre 2021.
  • Valorizzazione professionale del personale strutturato. In particolare, la FLC CGIL chiede il completo utilizzo delle risorse stanziate e non completamente utilizzate nel 2020 ma in parte differite al 2021, per l’applicazione dell’art. 15 CCNL 7 aprile 2006, a favore dei R&T risultati idonei nelle procedure concorsuali, in corso di ultimazione, per la valorizzazione professionale di R&T. Programmazione per il 2022 di un numero significativo di passaggi di livello per R&T considerando che il personale CNR è, tra il personale degli EPR, il meno valorizzato.
  • Valorizzazione professionale per T&A con l’applicazione, nei tempi previsti dai CCNL, degli artt. 53 e 54 lasciati in standby da diversi anni.
  • Applicazione di tutti gli istituti contrattuali recuperando il notevole ritardo, dovuto solo in parte alla pandemia.
  • Avviare e realizzare in tempi congrui la sburocratizzazione dell’Ente, snellendo e semplificando le procedure amministrative che, negli anni, lontane dal riconoscere la centralità della Ricerca, hanno avuto un peso negativo nella vita dell’Ente, contribuendo a disperdere, significative risorse economiche.

La FLC CGIL rinnova l’augurio di buon lavoro auspicando l’avvio di corrette e fattive relazioni sindacali e, consapevole dell’arduo compito che attende il dr. Colpani è disponibile e propositiva per fattivi confronti.

Altre notizie da: