Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Ricerca » Contratto Enti Pubblici di Ricerca: il Governo continua a mentire!

Contratto Enti Pubblici di Ricerca: il Governo continua a mentire!

Anche oggi il Consiglio dei Ministri non ha approvato il contratto

23/02/2006
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 3 dicembre è stato siglato il contratto degli Enti Pubblici di Ricerca; nonostante la manifestazione che si è tenuta il 13 u.s. sotto la Funzione Pubblica e le rassicurazioni avute in quella occasione, dobbiamo constatare che l’iter di approvazione del contratto è ancora ostacolato dal Ministero dell’Economia.

Dalle notizie che avevamo avuto il contratto doveva andare al Consiglio dei Ministri di questa settimana ed invece è bloccato in quel Ministero che, con la ben nota arroganza, non ritiene nemmeno di dover dare spiegazioni per questo ennesimo ritardo che rinvia ulteriormente i passaggi successivi.

E’ vergognoso che il Governo, dopo aver dilatato a dismisura i tempi di approvazione dei contratti del pubblico impiego,usi qualsiasi strumento per dilazionarne pretestuosamente l’approvazione definitiva rinviando dimese in mese le autorizzazione di sua competenza.

E’ ancora più grave nel caso degli Enti Pubblici di Ricerca che stanno aspettando il contratto da 50 mesi.

E’ insopportabile che il Governo costringa i lavoratori e le lavoratrici degli Enti Pubblici di Ricerca a fare scioperi e manifestazioni per aprire la trattativa e, una volta conclusa, a dover continuare a manifestare per ottenere l’autorizzazione definitiva al contratto.

Un atto dovuto ed un diritto dei lavoratori con questo Governo diventano una chimera.

Contro tutto questo sarà organizzata la prossima settimana una manifestazione di protesta sotto il Ministero dell’Economia di cui vi daremo tempestivamente informazione.

Roma, 23 febbraio 2006