Sottoscrizione Aiuta chi ci aiuta

Home » Ricerca » ISPESL: prosegue il confronto in sede tecnica sul contratto integrativo

ISPESL: prosegue il confronto in sede tecnica sul contratto integrativo

Dopo la riunione di trattativa del 14 febbraio in cui sono stati affrontati, con il Presidente, i principali temi all’ordine del giorno e si è convenuto di continuare in sede tecnica il confronto, per permettere di giungere alla stesura di testi condivisibili per la firma dell’accordo sulle materie di contrattazione integrativa, si è tenuta il 22/2 u.s. la riunione di confronto tecnico con l’Amministrazione. La prossima riunione è fissata per l’8/3

27/02/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

Nell'incontro con il Presidente del 14 febbraio è stata affrontata la questione dell'articolazione dei dipartimenti centrali tecnico scientifici, rispetto alla quale la FLC CGIL, pur contestando il metodo di lavoro, ispirato da un ottica emergenziale che ha impedito il sostanziale confronto con le OO.SS. e di tenere debitamente conto del recente regolamento d'organizzazione approvato nel 2006, è convenuta sulla necessità di procedere all'articolazione dei dipartimenti, per impedire il protrarsi di ricadute negative sull'organizzazione del lavoro dell'Ente. Al riguardo ha formulato le proprie osservazioni, ritenendo pregiudiziale il loro accoglimento ai fini della formulazione di un giudizio positivo sull'articolazione definitiva dei Dipartimenti, nonché ai fini di un migliore assetto organizzativo dell'Ente. Altro tema trattato è stato, oltre a quello del salario accessorio e delle progressioni economiche e di livello (tra cui anche quelle previste dall'art. 15), quello dei bandi di concorsi autorizzati nel 2006 e che ad oggi l'ISPESL non ha ancora bandito: dalle OO.SS. è stato avanzata la richiesta di soprassedere dalla loro pubblicazione e di rimandare la loro trattazione alla luce delle novità introdotte dalla finanziaria in tema di stabilizzazioni, per il quale si è in attesa di conoscere la Circolare applicativa che la Funzione Pubblica sta per emanare, ma anche luce delle risorse e degli strumenti previsti dal contratto (art. 8, art. 15 - ex-art 64, art. 5). Su questo l'amministrazione ha concordato sull'opportunità di rinviare l'emanazione dei bandi. Per tanto si è convenuto di raccogliere le osservazioni sull'articolazione dei Dipartimenti centrali tecnico scientifici e di rimandare la trattativa sugli altri punti in discussione, alla fine di un necessario confronto tecnico fra le parti.

Alla luce di quanto detto si è tenuta il giorno 22/2 u.s. la riunione tecnica, che ha affrontato in particolare le risorse del salario accessorio, la sua rideterminazione alla luce del nuovo CCNL, le risorse da destinare ai passaggi di livello e di gradone (fra le quali dovranno essere ricomprese quelle destinate nel 2004 all'applicazione degli art. 53 e 54 e mai attuate!), le risorse per l'applicazione dell'art. 15, la rivalutazione delle indennità per trasporto strumenti e per l'accesso. Altra questioneaffrontata è stata quella dei turni, rispetto alla quale si è dovuto registrare per l'ennesima volta lo sforamento dello stanziamento di 100.000,00 € previsti nell'accordo dello scorso anno, a causa delle "autorizzazioni" firmate dai vari responsabili di struttura, nonostante che l'accordo firmato prevedesse criteri più restrittivi per l'assegnazione dei turni:le OO.SS. hanno fatto presente che, salvaguardando il diritto dei lavoratori ad essere remunerati per le funzioni svolte, la soluzione non può essere individuata all'interno delle risorse stanziate per il salario accessorio, per quanto riguarda le eccedenze rispetto ai 100.000,00 € stanziati.

Data la necessità di acquisire dall'Amministrazione i dati a consuntivo delle risorse spese per il salario accessorio degli anni passati (dal 2003 al 2006), onde definire l'utilizzo dei residui, nonché di conoscere il numero degli aventi requisiti per i passaggi di gradone e di livello al 1/1/2003 e per gli anni successivi, ma anche le risorse e i costi dei passaggi dal III al II livello e dal II al I per l'applicazione dell'art. 15, si è convenuto di aggiornare la riunione all'8/3 p.v..

Sulla riunione del 22/2 è stato redatto apposito comunicato unitario.

Roma, 27 febbraio 2007

Altre notizie da: