Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Ricerca » Precari » Inail Ricerca: “allerta e vigilanza” sulle stabilizzazioni

Inail Ricerca: “allerta e vigilanza” sulle stabilizzazioni

Il comunicato unitario FLC CGIL, FIR CISL e Federazione UIL Scuola RUA a seguito dell’assemblea del 23 gennaio 2019.

25/01/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

L'Assemblea unitaria indetta dalla FLC CGIL, FIR CISL e Federazione UIL Scuola RUA, tenutasi il giorno 23 gennaio u.s nell’Auditorium della Sede INAIL di Piazzale Pastore, che ha visto una ampia partecipazione del personale precario dell’INAIL Settore Ricerca, ha discusso ed analizzato le problematiche sopraggiunte al percorso di stabilizzazione del personale a TD precario.

In linea con quanto discusso e approvato nel corso dell’ultima assemblea unitaria del 6 dicembre 2018 e del Presidio Unitario del 14 dicembre, le OOSS hanno espresso disagio rispetto alla mancata convocazione da parte dell’Amministrazione, nonostante le reiterate richieste ed espresso forte preoccupazione rispetto al mancato inserimento nella Legge Finanziaria di un “emendamento” che avrebbe consentito, viste la posizione assunta dall’Istituto, l’avvio delle procedure di stabilizzazione previste dal comma 1, art. 20 D.Lgs. 75/2017 e dalla Circolare 3/2017 di F.P.

Il dibattito ha analizzato nel merito anche l’eventuale impatto che le novità introdotte dal Governo sulla “governance” dell'Istituto e la mancata approvazione del Piano Triennale della Ricerca e del Fabbisogno del personale da parte del CIV, potrebbero avere sul percorso di stabilizzazione.

Dagli interventi dei lavoratori e dalle analisi politiche fatte, si è evidenziata la necessità di praticare “concretamente” lo stato di agitazione indetto dalle OOSS nel mese di dicembre e sono state individuate alcune iniziative di mobilitazione, esterne ed interne, per accompagnare il percorso, a partire dall’apertura di un tavolo di confronto.
Tavolo che è stato chiesto anche da una delegazione, formata dai rappresentanti sindacali e da lavoratori e che si è recata presso gli uffici della Direzione Generale.

La delegazione è stata ricevuta dal Dr. Mazzetti che ha confermato la volontà dell'Inail di procedere nel percorso di stabilizzazione comunicando che entro metà febbraio, anche in assenza dell'approvazione da parte del CIV del piano di fabbisogno, l'Istituto avvierà le procedure previste dal comma 2 emanando l’atto formale di ricognizione. Inoltre l’Amministrazione si è impegnata a predisporre una bozza di bando per il concorso “riservato” per titoli e colloquio che sarà portato al confronto con le OO.SS.

L'Assemblea, pur approvando l'avvio delle procedure ha chiesto alle OO.SS. di vigilare sul rispetto dei tempi indicati, ed ha comunque sollecitato le OO.SS. ad attivarsi per far inserire, in qualunque testo normativo che lo consenta, una norma che permetta l'applicazione del comma 1.

“Allerta e vigilanza” è stata, in sintesi, la valutazione fatta dall’Assemblea che ha portato i lavoratori ad individuare ulteriori iniziative di visibilità alle stabilizzazioni Inail, a partire dalla prossima manifestazione unitaria del 9 febbraio 2019, insieme all’aggiornamento della stessa Assemblea Unitaria al prossimo 18 febbraio per constatare lo stato di avanzamento effettuato dall’Inail rispetto agli impegni assunti.

Le OO.SS. si sono impegnate a sostenere ogni iniziativa di mobilitazione dei lavoratori e a mantenere alta l’attenzione in attesa dell’apertura del tavolo di contrattazione.

FLC CGIL FIR CISL Federazione UIL Scuola RUA

Altre notizie da: