Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Accademie e Conservatori: Concorsi ordinari a cattedre nei Conservatori di Musica già banditi con DM del 18.07.1990

Accademie e Conservatori: Concorsi ordinari a cattedre nei Conservatori di Musica già banditi con DM del 18.07.1990

Le Gazzette Ufficiali serie speciale n.25 del 31.3.98 e n.33 del 28.4.98 riportano i calendari delle prove di esame e titoli, a cattedre nei Conservatori di Musica già banditi con D.M. il 18 luglio 1990 e non espletati

23/05/1998
Decrease text sizeIncrease  text size

Le Gazzette Ufficiali serie speciale n.25 del 31.3.98 e n.33 del 28.4.98 riportano i calendari delle prove di esame e titoli, a cattedre nei Conservatori di Musica già banditi con D.M. il 18 luglio 1990 e non espletati. Lungaggini burocratiche unite a reali difficoltà organizzative hanno consentito che trascorressero inutilmente otto anni di vuoto con tutte le complicazioni e le conseguenze che tale grave ritardo ha provocato. Innanzitutto il mancato rispetto della L.417/89 che, se rispettata, avrebbe consentito a numerosissimi docenti in servizio con incarico a tempo determinato da anni (anche 16) di "consolidare" il rapporto di lavoro anzichè sopportare gravosamente il licenziamento al termine di ogni anno accademico unitamente al disagio professionale per non poter "garantire" quel minimo di continuità didattica indispensabile premessa di efficacia per il successo della formazione.
Inoltre il quadro normativo attuale risulta ulteriormente complicato dal d.d.l. 932, in discussione alla Camera dal 25 p.v. che, se approvato nella formulazione uscita dal Senato prevede (art.3) che detti concorsi siano revocati per consentire l'attivazione delle procedure finalizzate alle nuove graduatorie per soli titoli formate da:
- graduatorie per soli titoli compilate in prima applicazione della L.417/89 ;
- graduatorie dei docenti che inseriti nelle graduatorie nazionali di incarichi e supplenze ai sensi OM 107/93 e 455/96 o graduatorie di istituto antecedenti il 1993, abbiano prestato servizio per almeno 360 giorni in una determinata disciplina di cui almeno 180 nell'ultimo triennio.
A tutt'oggi non è però possibile formulare previsioni circa la risoluzione positiva e rapida di questa legge, poichè già da molti mesi forze politiche e sindacali tra cui la CGIL Scuola ne avevano auspicato veloce approvazione. Si riportano di seguito i testi GU n.25 serie speciale del 31.3.98 e GU n.33 serie speciale del 28.4.98. (Pa.Po.)