Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Aree a rischio: firmata la pre-intesa sul contratto integrativo nazionale

Aree a rischio: firmata la pre-intesa sul contratto integrativo nazionale

Confermata per il 2012-2013 la stessa ripartizione regionale dello scorso anno per le risorse da destinare alle scuole per progetti in aree a rischio, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica.

04/04/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Nella giornata di oggi, 4 aprile 2012, è stata sottoscritta al MIUR la pre-intesa sui criteri e parametri di ripartizione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l'anno scolastico 2012-2013. Confermati alle varie direzione scolastiche regionali gli stessi importi complessivi dello scorso anno.

Dal momento che non ci sono state variazioni, è presumibile che non ci saranno neanche osservazioni da parte del Ministero della Funzione Pubblica nell'autorizzare la sottoscrizione definitiva. Per questa ragione è auspicabile che si avviino già, e nel più breve tempo possibile, le successive contrattazioni regionali (nell'accordo si prevede la data del 15 giugno 2012 come termine per concluderle) al fine di consentire immediatamente dopo la presentazione dei progetti da parte delle scuole, la loro valutazione ed approvazione (da concludere entro il 10 settembre). Entro lo stesso mese di settembre, si dovrebbe poi procedere all'assegnazione delle risorse da parte del MIUR direttamente alle singole scuole per programmare le attività nell'ambito del POF.