Sottoscrizione Aiuta chi ci aiuta

Home » Scuola » Aree a rischio, indicazioni operative da parte del Ministero dell'Istruzione

Aree a rischio, indicazioni operative da parte del Ministero dell'Istruzione

In attesa della firma definitiva del Contratto collettivo nazionale integrativo (Ccni) sulla ripartizione delle risorse per i progetti sulle aree a rischio e a forte processo immigratorio per il 2009-2010, il Miur fornisce indicazioni operative.

03/05/2010
Decrease text sizeIncrease  text size
Vai agli allegati

Il Miur, con la nota 3152 del 3 aprile 2010 che si allega ed in attesa della sottoscrizione definitiva del Ccni del 16 marzo scorso, invia indicazioni operative sulla ripartizione delle risorse per il finanziamento dei progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l'emarginazione scolastica riguardanti l'anno scolastico 2009/10.

Come già sottolineato al momento della sottoscrizione della pre-intesa, c'è stato su questo istituto contrattuale un forte ritardo, il che non ha consentito nessuna rivisitazione dei criteri di ripartizione delle risorse rispetto agli anni precedenti, per cui la tabella che indica la ripartizione delle risorse alle varie regioni è la stessa dell'anno precedente.

L'emanazione di questa nota è stata sollecitata dalla FLC CGIL, insieme agli altri sindacati, al fine di procedere il più rapidamente possibile (se ancora non si è già provveduto) alla stipula dei contratti integrativi regionali per definire i criteri di utilizzo di queste risorse da parte delle scuole, anche se poi, per la sottoscrizione definitiva, si dovrà attendere la firma definitiva del contratto integrativo nazionale.

Queste risorse finanziarie, lo ricordiamo, sono relative all'anno scolastico 2009/2010 in corso e verranno attribuite direttamente alle istituzioni scolastiche, i cui progetti risultino approvati a seguito degli accordi regionali.

Infine, nella nota si fa anche presente, su richiesta dei sindacati, che il C.C.N.L. del Comparto Scuola è scaduto il 31 dicembre 2009 e che pertanto non è possibile prevedere se vi saranno o meno radicali modifiche di questo istituto nel successivo C.C.N.L. 2010-2012. Di conseguenza le scuole che hanno in corso progetti pluriennali con prosecuzione degli stessi anche nel prossimo anno scolastico 2010-2011, debbono tenere presente che queste risorse, allo stato, non sono affatto certe e disponibili per gli anni successivi all'attuale e per le medesime finalità.

Allegate alla nota ministeriale sono state trasmesse anche delle schede di monitoraggio per la rilevazione dell'elenco delle scuole i cui progetti sono stati ammessi al finanziamento, rilevazione da effettuare entro il 30 maggio 2010.

Roma, 3 maggio 2010

Allegati