Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
Home » Scuola » Arriva la terza fascia per le supplenze ATA

Arriva la terza fascia per le supplenze ATA

E’ in arrivo il DM per l’assunzione dei supplenti a tempobreve del personale ATA di III^ fascia.

22/05/2001
Decrease text sizeIncrease  text size

Con quest’ultimo provvedimento, il nuovo sistema di reclutamento del personale ATA a tempo determinato “disegnato” dalla L. 124/99 giunge a compimento.

Il MIUR ha predisposto una bozza di DM, che pubblichiamo, per fissare le regole utili agli interessati per la presentazione delle domande di supplenza ai dirigenti scolastici.

La richiesta di inserimento nelle graduatorie d’istituto, potrà essere fatta solo da chi ha i titoli di studio previsti dalla tab B del CCNL del 25.9.1999,per i posti di assistente amministrativo, di assistente tecnico, di guardarobiere, di cuoco e di infermiere.

Perciò sono esclusi tutti coloro che avendo solo la licenza media possono aspirare a posti di collaboratore scolastico.

Per questi, l’esaurimento delle graduatorie di I^ e II^ fascia comporta sia per i provveditorati, sia per i dirigenti scolastici l’obbligo di assumerli attraverso i centri territoriali per l’impiego (ex uffici di collocamento).

Ovviamente non potranno presentare domanda di inserimento nelle graduatorie d’istituto di III^ fascia coloro che sono inseriti, per lo stesso profilo, nelle graduatorie di I^ e di II^ fascia in quanto già collocati in posizione più favorevole per ottenere eventuali supplenze.

Il testo che pubblichiamo è in bozza e diventerà effettivo dopo la firma del Ministro. Per l’invio delle domande (max 30 scuole in una sola provincia) è necessario perciò attendere la pubblicazione del testo definitivo in GU. Da quel momento infatti chi ha i requisiti potrà fare domanda ai dirigenti scolastici entro 30 giorni.

L’istituzione della III^ fascia ed in modo particolare l’esclusione da questa dei collaboratori scolastici, è stata una delle questioni maggiormente dibattuta i tra sindacati scuola ed il MIUR .

Infatti durante gli incontri che hanno preceduto l’approvazione del nuovo regolamento sulle supplenze, come Cgil Scuola abbiamo sempre sostenuto la necessità di dare a tutti , collaboratori scolastici compresi, l’opportunità di presentare le domande di supplenza. Chi ha seguitosu questo sito le comunicazioni fatte sul tema ricorda le numerose richieste di modifiche inviate al MIUR in fase di approvazione del nuovo regolamento sulle supplenze e del DM 75/2001 che ha istituito la II^ fascia ma che, purtroppo, non hanno avuto seguito.

Non appena disporremo del testo definitivo, pubblicheremo i modelli per fare le domande e una guida dettagliata che possa servire da orientamento agli interessati.

Roma, 5 ottobre 2001