Sciopero scuola 30 maggio 2022, cosa chiediamo

Home » Scuola » Assunzioni in ruolo 2012/2013: il Miur chiede entro il 20 agosto la posta certificata per avvisare gli aspiranti (docenti e ata)

Assunzioni in ruolo 2012/2013: il Miur chiede entro il 20 agosto la posta certificata per avvisare gli aspiranti (docenti e ata)

Con una semplice nota, si impone la posta certificata per essere avvisati delle convocazioni.

01/08/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Miur, con la nota 5838 del 31 luglio 2012, ha comunicato l'intenzione di utilizzare la posta certificata per avvisare gli aspiranti delle eventuali convocazioni per le nomine in ruolo.

L'utilizzo è previsto sia per i docenti che per gli ATA inclusi nelle graduatorie 24 mesi e ad esaurimento, mentre per quanto riguarda i concorsi ordinari la procedura sarà mista. A seguito delle nostre proteste pubblicata una nota di precisazioni che chiarisce che, in mancanza dell'indirizzo di PEC, saranno utilizzate le modalità tradizionali di convocazione.

Il contenuto della nota

Nella nota il Miur invita gli aspiranti che ritengono di essere in posizione utile per le nomine in ruolo (come possano saperlo, in assenza dei contingenti, è veramente un mistero) a dotarsi, se ne sono privi, di una casella di posta certificata.

Chi aveva acquisito la casella di PEC attraverso le istanze on-line deve solo controllare che la stessa risulti a sistema e sia convalidata (cosa che avviene automaticamente per questo tipo di caselle).

La casella può essere attivata in modo gratuito attraverso il sito dedicato del Governo: per completare la registrazione è necessario recarsi in qualsiasi ufficio postale.

Una volta che si sia in possesso della casella di PEC, la stessa andrà indicata e validata, attraverso le istanze on-line nella sezione "Gestione utenza".

Queste operazioni vanno svolte entro il 20 agosto prossimo, data dalla quale dovrebbero iniziare le convocazioni.

A tutti gli aspiranti in possesso di PEC, sia docenti che ATA, in caso di convocazione, sarà inviato un messaggio all'indirizzo di posta elettronica certificata e lo stesso sarà preannunciato attraverso un SMS.

Per gli inclusi nelle graduatorie dei concorsi, che non sono collegate alle istanze on-line, sarà cura degli uffici regionali individuare eventuali aspiranti già in possesso della PEC (attraverso l'incrocio con le istanze on-line), ai quali sarà inviato solo il messaggio di posta e non l'SMS di avviso.

La nostra posizione

Come FLC CGIL riteniamo che si tratti di un intervento intempestivo e foriero di problemi e difficoltà.

È necessario chiarire al più presto che le convocazioni saranno comunque effettuate con le modalità tradizionali per chi non fosse in possesso dell'indirizzo PEC, e che in ogni caso sarà garantito il massimo di pubblicità e trasparenza delle operazioni di nomina.

Nei prossimi incontri al MIUR solleciteremo tali chiarimenti e tempi rapidi per la definizione dei contingenti, in modo da garantire un regolare avvio del prossimo anno scolastico.