Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Scuola » Assunzioni in ruolo: l'incubo continua

Assunzioni in ruolo: l'incubo continua

Mancano meno di due mesi dall'inizio dell'anno scolastico 2004/5, ma i problemi legati alla pubblicazione delle graduatorie di III fascia e alle assunzioni a tempo indeterminato e determinato di 160.000 lavoratori sono tutt'altro che risolti.

16/07/2004
Decrease text sizeIncrease  text size

Mancano meno di due mesi dall'inizio dell'anno scolastico 2004/5, ma i problemi legati alla pubblicazione delle graduatorie di III fascia e alle assunzioni a tempo indeterminato e determinato di 160.000 lavoratori sono tutt'altro che risolti.

Non saranno di aiuto a questa situazione gli emendamenti di modifica alla legge 143/2004 presentati dal senatore Asciutti. Il Miur , trascurando il fatto che il Parlamento non si è ancora espresso in via definitiva, nei prossimi giorni emanerà una operativa per rifacimento delle graduatorie permanenti di III fascia, secondo gli emendamenti approvati al Senato nella seduta del 13.7.

Se verranno date queste indicazioni ai CSA, illegittime sotto il profilo normativo,verrà messo in discussione il lavoro già fatto senza che siano stati risolti alcuni degli aspetti più contestati della legge 143/2004. Infatti, la supervalutazione del servizio, anche se attenuata dall'emendamento che riguarda le scuole di montagna, rimarrà comunque fonte di ingiustizia nei confronti della maggior parte dei precari.

Con questo caos e con queste incertezze lo spostamento del termine del 31.7 al 20.8 approvato dal Senato nella seduta di martedì 13 ha il sapore della farsa! La FLC Cgil, ha rinnovato le richieste di cambiamenti alla tabella di valutazione presentate al Senato insieme alla Cisl scuola e alla Uil Scuola. Inoltre, la FLC Cgil, ha chiesto che il Ministro si impegni a far approvare tali cambiamenti anche attraverso lo strumento del Decreto Legge, includendo una norma transitoria che garantisca comunque la decorrenza economica delle immissioni in ruolo dall'1.9.2004.

Durante l'incontro avuto ieri sera tra Sindacati Scuola e Miur non è stato possibile ottenere criteri certi per la ripartizione dei 15.000 posti né tantomeno il contingente dei posti assegnati ad ogni provincia e ad ogni profilo. Il Miur, continua a darci assicurazioni, sul fatto che tutto è sotto controllo e finge di non sapere che i CSA sono in rivolta e che i precari sono esasperati.

Tutta questa situazione è frutto di un susseguirsi di scelte sbagliate.

Ormai è chiaro che in molte province le graduatorie di III fascia non verranno pubblicate entro il 20 agosto e una parte delle 15000 assunzioni slitterà economicamente all' 1.9.2005.

Infine, per quanto riguarda le graduatorie d'istituto di III fascia, il Miur ci ha informato di voler procedere in tempi brevi alla riapertura dei termini per il loro rinnovo. La scadenza delle domande verrebbe fissata al 31.8. La FLC Cgil, pur ritenendo la riapertura dei termini proposta dal Miur, un fatto corretto sotto il profilo normativo e di garanzia per le aspettative degli interessati, ha contestato i tempi di presentazione delle domande.

La scelta del 31.8 è infelice sia per chi dovrà presentare la domanda sia per il superlavoro che impone alle segreterie in un periodo in cui le unità in servizio sono ridotte a causa dei tagli e del licenziamento deisupplenti al 30.6.

L'incontro è stato aggiornato ad oggi per ultimare la discussione sui criteri per la ripartizione del contingente delle immissioni in ruolo e sulla riapertura dei termini relativi all'aggiornamento delle graduatorie d'istituto.

L'amministrazione, inoltre. ha informato le OO.SS. che il decreto di proroga dei supervisori di tirocinio della scuola materna è pronto in attesa della firma del Ministro.

Roma, 16 luglio 2004