Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Ata ex Enti Locali: seconda sentenza che da ragione alla nostra tesi

Ata ex Enti Locali: seconda sentenza che da ragione alla nostra tesi

A Cuneo il giudice del lavoro ha accolto il ricorso di un ex dipende degli Enti Locali trasferito allo Stato

02/07/2002
Decrease text sizeIncrease  text size

Il giudice del lavoro di Cuneo, nell'udienza del 27 maggio, ha accolto il ricorso di un ex dipendente degli Enti Locali trasferito allo Stato dichiarando "... che il ricorrente ha diritto a vedersi riconosciuta l'anzianità maturata presso l'Amministrazione provinciale di Cuneo ai fini della progressione economica stipendiale nel comparto scuola e condanna conseguentemente le Amministrazioni convenute (N.d.R.: Ministero, Provveditorato, Dirigente scolastico) al pagamento della differenza stipendiale dovuta al mancato riconoscimento di tutta l'anzianità a far data dal 1/1/'00, oltre agli interessi legali...".

E' la seconda sentenza che da ragione alla nostra tesi.

Altre sentenze sono attese a breve considerato che in molte province sono state concluse le conciliazioni senza alcun accordo.

Roma, 2 luglio 2002