Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Blocco sistema informatico: la FLC CGIL scrive al Capo Dipartimento del Personale

Blocco sistema informatico: la FLC CGIL scrive al Capo Dipartimento del Personale

Abbiamo segnalato tutte le recenti disfunzioni SIDI e sottolineato che le segreterie devono essere messe subito in condizione di poter riprendere le regolari attività.

31/10/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

A seguito delle persistenti segnalazioni da parte delle segreterie scolastiche e delle nostre strutture, oggi 31 ottobre 2014 abbiamo inviato al Capo Dipartimento del Personale, Dott. Chiappetta, una lettera di denuncia, nella quale abbiamo evidenziato tutte le disfunzioni e i blocchi del sistema informatico SIDI dell'ultimo mese.

Il permanere dei problemi di funzionalità di Istanze on line per la III fascia è, purtroppo, solo un aspetto delle disfunzionalità del sistema SIDI, che non riesce a garantire affatto il regolare svolgimento delle procedure amministrative quotidiane.

Tutte le inabilità presentate dal sistema possono essere così riassunte: alcuni giorni non si riesce ad accedere ad alcuna area del sistema; in altri il funzionamento è a singhiozzo oppure è fortemente rallentato. In via generale, nell'arco dell'ultimo mese, ci sono sempre state delle aree di lavorazione che hanno sempre presentato problemi di accesso (bilancio, personale, alunni).

Anche per quanto riguarda le applicazioni MEF ci sono problemi ricorrenti e continuativi: impossibilità di accesso poiché non riconosce le utenze di dirigenti, DSGA e assistenti amministrativi profilati; inabilità circa l'approvazione di secondo livello (quella del dirigente scolastico) per validare gli elenchi di liquidazione delle spettanze del personale e inviarle alle RTS per i pagamenti; oppure diciture come "operazione non disponibile", che non permettono di completare l'iter procedurale richiesto e svariati altri.

Siamo intervenuti moltissime volte presso il Ministero, che finora non è stato in grado di assicurare l'efficienza del servizio, nonostante gli impegni presi. È ora di mettere tutti (scuole, lavoratori e utenza) nelle condizioni di svolgere tutte le attività senza spreco di tempo e di denaro pubblico.

La FLC CGIL rafforzerà le sue azioni di rivendicazione se il Ministero non darà certezza dell’effettivo funzionamento del sistema informatico, nel rispetto del personale delle segreterie e dell’utenza.