Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Graduatorie ATA terza fascia: a breve la risposta dal MI su importazione 29 scuole e opzione conferma al posto di aggiornamento

Graduatorie ATA terza fascia: a breve la risposta dal MI su importazione 29 scuole e opzione conferma al posto di aggiornamento

La FLC CGIL ha chiesto tempi e modalità certi prima della pubblicazione delle graduatorie provvisorie. Sollecitato il MI a definire il contingente per le immissioni in ruolo ATA.

14/07/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è tenuto il 13 luglio 2021, in videoconferenza, l’incontro richiesto dalle Organizzazioni sindacali, per affrontare le problematiche relative alla gestione della valutazione e validazione delle domande di terza fascia ATA e ottenere chiarimenti e indicazioni univoche da parte del Ministero prima della pubblicazione delle graduatorie, in modo da correggere alcuni rilevanti errori materiali, quali la mancata importazione delle 30 scuole e la scelta di conferma al posto di aggiornamento, che non consente di recuperare tutti i servizi pregressi.

L’Amministrazione si è riservata di valutare la situazione per capire la rilevanza e la natura dell’errore segnalato, al fine di verificare che ci sia l’evidenza informatica che ha indotto in errore i candidati, prima di intervenire in via amministrativa e, unicamente, delimitando l’ambito alle due problematiche riconducibili all’erronea indicazione delle 30 sedi e al mancato aggiornamento della propria posizione poiché si è scelta l’opzione di conferma, al posto di aggiornamento. Sono escluse altre tipologie di errore.

II Ministero ci ha anche informati che il gestore sta effettuando la rilevazione per il rilascio delle funzioni e consentire la pubblicazione delle graduatorie definitive per metà agosto prossimo.

La posizione della FLC CGIL

Secondo la FLC CGIL occorre dare certezza, sia alle scuole che ai candidati, in modo da definire i due punti tipizzati sostanzialmente nelle due casistiche che abbiamo segnalato.

Abbiamo, pertanto, sollecitato l’Amministrazione a sanare queste due fattispecie di errore, tenuto conto della novità procedurale informatica che può avere indotto in errore i candidati, e dare indicazioni chiare e puntuali alle scuole che, in loro assenza, si sono regolate in modo difforme nella valutazione delle domande, creando disparità di trattamento tra gli aspiranti interessati.

Abbiamo, inoltre, segnalato al Ministero la mancata visualizzazione, da parte degli aspiranti, delle graduatorie provvisorie in corso di pubblicazione. A questo proposito, il MI ha fatto presente, che la funzione che consente agli Uffici di autorizzare la visualizzazione delle graduatorie provvisorie, verrà rilasciata, a seguito di un apposito collaudo interno del gestore medesimo, venerdì 16 luglio.  A partire da tale data, pertanto, gli uffici potranno autorizzare la visualizzazione delle graduatorie provvisorie e renderle così visibili agli interessati.

Un’altra segnalazione fatta al Ministero riguarda la difficoltà ad ottenere l’istanza di riconoscimento del titolo di studio straniero da parte dell’Ufficio VIII della Direzione degli Ordinamenti Scolastici del MI. Il Ministero si è impegnato ad effettuare le dovute verifiche del caso.

Con l’occasione, abbiamo sollecitato l’Amministrazione a fornire aggiornamenti sui seguenti punti:

  • Ruoli ATA: non è ancora pervenuta l’autorizzazione del MEF alle immissioni in ruolo, il cui contingente dovrebbe ammontare a circa 11.000 posti in base all’entità delle cessazioni. A tal proposito, si dovrà procedere anche al recupero delle assunzioni dei DSGA che non sono state fatte lo scorso anno.
  • Procedura assunzionale ex LSU: a breve saranno disponibili a sistema le funzioni per la verifica delle posizioni individuali di competenza degli USR, prima della pubblicazione delle graduatorie provvisorie.
  • Informatizzazione procedure assunzionali ATA: sarà programmato un prossimo incontro di informativa sull’implementazione di nuove procedure informatiche che dovrebbero alleggerire il lavoro degli Uffici territoriali e delle scuole per quanto riguarda le assunzioni del personale ATA.