Home » Scuola » Personale ATA » Graduatorie di istituto docenti: convocazione al Ministero, le richieste della FLC CGIL

Graduatorie di istituto docenti: convocazione al Ministero, le richieste della FLC CGIL

Concessa la proroga di un solo giorno per le operazioni delle segreterie e per la compilazione del modello B.

25/07/2017
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è svolto nella mattinata del 25 luglio 2017 presso il MIUR l’incontro sulle graduatorie di istituto del personale docente con riguardo agli inserimenti e alla valutazione delle domande e conseguente funzionamento del sistema informativo.

Presenti per l’amministrazione il Vice Capo di Gabinetto, dott. Rocco Pinneri, il capo dipartimento del personale, dott.sa Rosa De Pasquale e il Direttore generale dei sistemi comunicativi, dott. Paolo De Santis.

L’incontro era stato sollecitato unitariamente dai sindacati scuola a seguito delle gravi disfunzionalità denunciate dai docenti coinvolti nella presentazione delle domande e dalle segreterie alle prese con un lavoro al di sopra delle loro reali possibilità.

Le tematiche sono quelle da tempo denunciate dalla FLC CGIL: un sistema informativo inefficiente che costringe ad un lavoro sfiancante le segreterie sotto pressione per la carenza di organico e impossibilitate per legge a sostituire i colleghi assenti; una incertezza interpretativa che rischia di portare, una volta pubblicate le graduatorie, a un contenzioso seriale che potrebbe pregiudicare l’avvio dell’anno scolastico.

Al tavolo la FLC CGIL ha richiesto:

  •  una proroga dignitosa dei tempi di lavorazione delle domande e della compilazione del modello B per la scelta delle scuole
  •  un nucleo di supporto nazionale per le segreterie, per evitare interpretazioni differenziate soprattutto per le tematiche più complesse
  •  la possibilità per i precari di poter utilizzare la modalità cartacea nella presentazione del modello B, qualora impossibilitati nei tempi previsti
  • pubblicazione delle graduatorie di istituto dei docenti in coincidenza dell’inizio delle lezioni, per garantire la continuità didattica.

Esito dell’incontro

Dopo una lunga discussione, a fronte di una disponibilità dell’Amministrazione a verificare le cause delle disfunzioni, ma non a fornire la proroga richiesta da tutte le sigle sindacali, è stata concessa la proroga di un solo giorno per le operazioni delle segreterie e per la compilazione del modello B, il monitoraggio presso le scuole per sapere quante domande ancora sono in fase di lavorazione, al fine di valutare i tempi di una ulteriore proroga.

Questa poco edificante vicenda ci ha portato a chiedere il rinvio del bando per il rinnovo delle graduatorie di terza fascia ATA, per le quali sono previste più di un milione di domande che graverebbero ancora una volta sulle segreterie, se non si crea un nucleo di supporto alle scuole, ma soprattutto se non si liberano le scuole da compiti che esulano dai profili contrattuali.