Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Posizioni economiche ATA: forse ad agosto la firma definitiva della pre-intesa

Posizioni economiche ATA: forse ad agosto la firma definitiva della pre-intesa

La FLC CGIL sollecita affinché si accelerino le procedure di controllo per arrivare alla sottoscrizione definitiva dell’accordo. Continua l'impegno per ripristinare le posizioni ATA sospese.

28/07/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

A distanza di oltre un mese dalla firma della pre-intesa dell’11 giugno 2014 all'ARAN sul compenso una tantum per le posizioni economiche ATA maturate dal 1 settembre 2011, nessun compenso è stato ancora erogato ai lavoratori interessati.

Purtroppo si tratta di aspettare le lungaggini degli organismi di controllo, introdotte dalla legge Brunetta, prima di arrivare alla sottoscrizione definitiva degli accordi sindacali.

Abbiamo perciò sollecitato il MIUR ad un’accelerazione delle procedure di controllo, in modo da consentire quanto prima la restituzione delle somme ingiustamente trattenute al personale per attività pregresse, già svolte.

In base alle informazioni, che abbiamo acquisito per le vie brevi, la firma dell’accordo definitivo potrebbe esserci ai primi di agosto. Ciò consentirebbe al MEF di fare le erogazioni, sia a chi si è visto sospendere gli emolumenti, sia a chi finora non li ha ancora ricevuti.

Questo è solo un primo passo obbligatorio per ripristinare un diritto violato, ma la nostra battaglia proseguirà nei prossimi mesi, in quanto l’accordo, previsto dal DL 3/14, è valido solo fino al 31 agosto 2014.

Dal 1 settembre le scuole resteranno sguarnite di queste funzioni essenziali per il loro funzionamento e i lavoratori ATA, che le hanno ottenute a partire dal 1 settembre 2011, non potranno più godere di questo beneficio. Il loro ripristino dovrebbe avvenire dal 1 gennaio 2015, sempre che non venga prorogato ulteriormente il blocco del salario.

Questo allarme lo abbiamo lanciato piu' volte e da ultimo nell'incontro sull’assegnazione del  MOF del 25 giugno al MIUR.

La FLC CGIL si batterà per ripristinare le posizioni economiche per tutti, sia quelle passate non autorizzate da MEF e Dipartimento Funzione Pubblica, sia quelle future che devono essere date per surroga.