Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Posizioni economiche ATA: il MEF regolarizza il beneficio economico

Posizioni economiche ATA: il MEF regolarizza il beneficio economico

Con un apposito comunicato il sistema NoiPa afferma che non saranno operate le trattenute su alcune posizioni economiche da marzo 2014. La lotta continua.

11/03/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Con nota n. 28 del 10 marzo 2014 il Ministero dell’Economia comunica alle Ragionerie territoriali dello Stato che da marzo non dovranno più essere operate delle trattenute su alcune fattispecie di posizioni economiche.

Come si ricorderà, improvvisamente e senza consultare il MIUR, il MEF aveva disposto la sospensione del pagamento anche delle posizioni economiche acquisite prima del 2011.
Ora, con la nota che alleghiamo, si comunica che sul cedolino di marzo le ragionerie non dovranno più operare la trattenuta e che dovranno provvedere a restituire anche quanto trattenuto nel mese di febbraio.

In particolare, è stata salvaguardata la prima posizione economica acquisita prima del settembre 2011 del personale di area B poi passato alla seconda posizione; come è stata salvaguardata la stessa prima posizione economica per il personale che abbia stipulato un contratto  a tempo determinato dopo il primo settembre 2011.

Il beneficio della posizione economica, invece, non è stato confermato per i collaboratori scolastici che dopo il settembre 2011 siano passati all’area B.

Si stanno ancora acquisendo, ai fini della completa regolarizzazione, i dati precisi presso il MIUR circa l’effettiva decorrenza giuridica (non presente a NoiPa) di alcune posizioni che potrebbero ricadere  in un periodo di contratto a tempo determinato.

Con lentezza, dunque, si stanno mettendo le cose a posto. Segno evidente che la nostra pressione, sostenuta dall’iniziativa di sciopero lanciata dalla FLC CGIL, sta dando i suoi frutti. Vedi emendamento approvato al Senato per il mantenimento delle posizioni economiche fino al 31 agosto 2014, sblocco immissioni in ruolo contingente 2013/2014.

Lo sciopero dalle attività aggiuntive (dal 21 febbraio al 22 marzo) prosegue fino ad acquisire il massimo degli obiettivi possibili:

  • ripristino integrale delle posizioni economiche
  • immissioni in ruolo su tutti i posti liberi
  • intangibilità dei fondi Mof.
  • ripristino compenso indennità di funzioni superiori secondo la misura prevista dal Ccnl
  • atto di indirizzo per indennità dei Dsga che reggono due scuole
  • stabilizzazione assistenti amministrativi facenti funzioni di Dsga