Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Personale ATA » Problematiche ATA: il MIUR convoca i sindacati per il 26 maggio

Problematiche ATA: il MIUR convoca i sindacati per il 26 maggio

È una prima stringata risposta da parte ministeriale dopo le nostre incessanti richieste d’incontro col Ministro e col Capo Dipartimento del Personale. Per rafforzare le ragioni del personale ATA è basilare partecipare allo sciopero del 20 maggio prossimo.

24/05/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

I sindacati sono stati convocati per giovedì mattina 26 maggio 2016 dal Ministero dell’Istruzione per una generica informativa sul personale ATA.

Finora le ripetute e specifiche richieste sindacali inviate al MIUR sono rimaste senza alcun riscontro, nonostante la situazione di vera e propria emergenza in cui si trovano i lavoratori ATA.

Per questa basilare ragione si rafforzano i motivi dello sciopero indetto dai sindacati unitari per il 20 maggio prossimo le cui rivendicazioni, oggetto della piattaforma rivendicativa, sono le seguenti:

  • lo sblocco delle immissioni in ruolo sul turn over e la trasformazione dei contratti sui posti vacanti e disponibili al 31 agosto;
  • le stabilizzazioni definitive per i precari che hanno più di 36 mesi di servizio;
  • la modificazione della legge 107/15 che impone agli ATA pesanti carichi di lavoro;
  • l’abolizione delle restrizioni alle supplenze che impediscono di sostituire gli assenti;
  • la reintegrazione dei tagli di organico e l’istituzione di un organico funzionale di Istituto;
  • la revisione dei criteri per la determinazione degli organici con l’inserimento del profilo di assistente tecnico anche nelle scuole del primo ciclo;
  • l’indizione del concorso ordinario e riservato per i DSGA;
  • la ripresa dei processi di mobilità professionale interna;
  • il pagamento dell’indennità di reggenza ai DSGA su due scuole.